Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Ricerca Articoli

Anno 2016 Numero 5 - 6

maggio - giugno

Bioenergia

Jatropha curcas, una coltura promettente per Paesi in via di sviluppo

La Jatropha è una pianta resistente che ben sopporta l'aridità e i suoli poveri tipici di molti Paesi in via di sviluppo. Dai semi contenuti nei frutti di questa coltura si estrae un olio non per uso alimentare, ma destinabile a molteplici impieghi che vanno dalla chimica verde alla produzione di energia o biocarburanti. Un'attenta analisi sulle opportunità di diffusione della Jatropha, soprattutto in contesti agricoli marginali, è stata fatta nell'ambito del Progetto europeo "JatroMed" a cui l'Italia ha partecipato con il CREA ING. Durante i cinque anni di sperimentazione sono stati individuati i sistemi di raccolta meccanizzata più adatti ad ottimizzare le rese e tutelare il lavoro degli agricoltori

Anno 2016 Numero 4

Aprile

Bioenergia

Boschi montani: macchine e tecnologie per la "precision forestry"

Il progresso tecnologico della meccanizzazione forestale dell'ultimo decennio ha determinato un sensibile aumento della competitività del legname ottenuto dai boschi montani – tipiche dell'Italia – rispetto alle utilizzazioni in aree pianeggianti o collinari del Nord Europa. Lo sviluppo di cantieri innovativi con tecniche e macchinari altamente efficienti presenta oggi interessanti margini di miglioramento per ridurre i costi del legname, ottimizzare la sicurezza degli operatori e contenere al massimo l'impatto sui suoli forestali. Questa è la sfida del Progetto SLOPE finanziato dall'Unione Europea a cui i partner italiani hanno fornito un valido contributo tecnico-scientifico

Anno 2015 Numero 12

dicembre

Bioenergia

Cambiamenti climatici: verso un accordo "globale"

Si svolge a dicembre a Parigi la Conferenza mondiale sull'emergenza climatica, che vede coinvolti 196 Paesi. Il contenimento dei gas serra è un obiettivo fondamentale non soltanto per preservare gli equilibri dell'ecosistema ma anche per contenere fenomeni di immigrazione, legati al peggioramento delle condizioni ambientali in varie regioni del pianeta, che si prevede possano assumere dimensioni sempre maggiori

Anno 2015 Numero 11

novembre

Bioenergia

Lo stato dell'arte della bioenergia in Europa

Pubblicato nel mese di ottobre, il Rapporto "European Bioenergy Outlook" realizzato da AEBIOM è strumento d'indirizzo per una corretta pianificazione strategica. Dallo studio emerge in modo chiaro che dal 2000 al 2013 la produzione di energia primaria è calata del 16%. Nello stesso arco di tempo il contributo delle FER è raddoppiato giungendo da 97 a 192 Mtep di cui 2/3 ascrivibili alle bioenergie. Questo trend dimostra il notevole potenziale delle FER che oggi si segnalano come le principali risorse locali

Anno 2015 Numero 7-8-9

Luglio - Agosto - Settembre

Bioenergia

Miscanthus, una coltura a destinazione energetica

Con un progetto sperimentale sulla coltura del Miscanthus il Gruppo d'Azione Locale Gran Sasso Velino ha definito un modello di filiera agroenergetica adatto alle aree pedemontane d'Abruzzo e replicabile su scala nazionale. Oltre alla produzione di biomassa destinabile ad uso energetico, il miscanto può svolgere un'azione importante di fito-estrazione di elementi inquinanti dai suoli agricoli

Anno 2015 Numero 5-6

maggio - giugno

Bioenergia

La logistica per la gestione delle biomasse. Tre progetti firmati UE

Un convegno alla FAO sul tema della "Movimentazione della biomassa legnosa per l'energia e l'uso industriale" ha offerto un aggiornamento sulle tecnologie e sui progetti per gli impieghi energetici dei residui vegetali e delle colture dedicate. Presentato lo stato di avanzamento di tre progetti chiave in ambito europeo

Anno 2015 Numero 3-4

marzo - aprile

Bioenergia

Biometano, un settore emergente

Oggi in Italia ci sono tutti i presupposti per ridurre sensibilmente l'importazione dall'estero di gas naturale di origine fossile. La produzione di biometano da matrici organiche residuali di provenienza agricola e colture d'integrazione si prospetta come un'opportunità da cogliere per contenere le "emissioni climalteranti", creare nuovi posti di lavoro e favorire la crescita e l'innovazione in ambito agricolo ed industriale

Anno 2014 Numero 7-9

Luglio - Settembre

Bioenergia

Rinnovabili: i buoni esempi "made in Italy"

Da anni la politica dell'Unione Europea orienta gli Stati membri verso una progressiva decarbonizzazione dell'economia, e oggi finalmente si vedono risultati in tanti settori produttivi. L'Italia, non senza difficoltà e contraddizioni, ha raggiunto un patrimonio di esperienze che possono far decollare nuove forme di mercato sia in ambito nazionale sia all'estero

Anno 2014 Numero 3 - 4

Marzo - Aprile

Bioenergia

Bioenergie: il ruolo decisivo della comunicazione

Si parla sempre più spesso di consumatori consapevoli, che con le loro scelte e aspettative possono contribuire in modo consistente ad un progetto globale di sviluppo sostenibile. Per far questo occorre veicolare in modo adeguato le tante conoscenze acquisite, che ancora oggi faticano a raggiungere buona parte della società civile per la complessità del linguaggio corrente del mondo scientifico, tecnico e giuridico. Il nuovo Decreto per lo sviluppo del biometano potrebbe essere, in questo senso, un primo banco di prova
AGROACTIVA 31 mag. - 3 giu. 2017 Autopista Rosario - Cordoba y Ruta Nacional n.178, Armstrong (Santa Fe) (Argentina)
agroactiva@agroactiva.com
AUTOMECHANIKA SOUTH AFRICA 31 mag. - 3 giu. 2017 JHB Expo Centre, Nasrec Johannesburg (Sudafrica)