L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Mercati

I costi di produzione frenano il mercato del garden

19.09.2022

L’aumento dei costi delle materie prime frena il mercato delle macchine e attrezzature per il verde, che continua tuttavia a mantenersi su livelli elevati. I dati, diffusi dal Comagarden nell’ambito dell’evento DemoGreen, svoltosi il 16 e 17 settembre a Segrate (Milano) evidenziano per i primi sei mesi del 2022 un calo delle vendite pari al 13,6%. La flessione – ha spiegato Renato Cifarelli, presidente Comagarden – dipende in parte da un fisiologico assestamento del settore, dopo il boom del 2021, e in parte dalla carenza di macchinari a causa del rallentamento dei ritmi di produzione. Ma a pesare è soprattutto l’incremento dei costi di produzione: i forti rincari di gas (+371%), brent (+47%), materie plastiche (+20%), con il conseguente rialzo dei prezzi dei mezzi meccanici, stanno infatti riducendo la propensione all’acquisto. Inoltre il lungo periodo di caldo estremo, protrattosi per tutto il periodo estivo con la conseguente siccità, ha rallentato l’attività vegetativa delle piante e quindi ridotto la domanda di macchinari per le manutenzioni.
Secondo Comagarden, l’anno con una flessione del 10,6%, attestandosi con un numero complessivo di macchine di circa 1.480.000 unità.

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

26 set. - 1 ott. 2022 Plovdiv (Bulgaria) MACHINE BUILDING