L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Speciale

Euway, un progetto per tutelare la risorsa acqua

Presentato a Bologna da Agia/Cia un percorso formativo per comunicare agli agricoltori le buone pratiche irrigue. Il nodo dell’utilizzo delle acque reflue

a cura della Redazione
gennaio - febbraio 2023 | Back

Secondo il Rapporto delle Nazioni unite il mondo potrebbe affrontare una carenza idrica del 40% entro il 2030, per il riscaldamento globale e l'aumento dei consumi. Lo stesso rapporto evidenzia che circa 4 miliardi di persone già vivono in condizioni di grave scarsità d’acqua per almeno un mese all'anno, a causa dello stress idrico, ed è probabile che i cambiamenti climatici in atto provochino variazioni nella disponibilità stagionale durante tutto l'anno e in diversi luoghi.

L'uso globale dell'acqua è aumentato di 6 volte negli ultimi 100 anni e continua a crescere costantemente a un tasso di circa l'1% annuo, per l'aumento della popolazione e il cambiamento dei modelli di produzione e consumo di risorse. Un incremento che difficilmente sarà possibile compensare con l’aumento della quantità di acqua utilizzata per l'irrigazione, che attualmente rappresenta il 69% di tutti i prelievi di acqua dolce.

Appare chiaro come si sia ormai passati da una crisi saltuaria a una problematica cronica. A livello mondiale oggigiorno la siccità colpisce già 1,5 miliardi di persone, con stime delle Nazioni Unite che prevedono che nel 2030 il 47% della popolazione vivrà in condizioni di carenza idrica. Entro il 2050, se lo scenario attuale rimanesse invariato, 240 milioni di persone non avranno accesso all’acqua potabile e 1,4 miliardi ai servizi di igiene di base. In questo contesto l’agricoltura è per diversi motivi protagonista. Le perdite di rendimento indotte dalla siccità si susseguono e sempre più frequentemente ci si interroga sulla sostenibilità di alcune colture e di attività agricole. Un dato interessante relativo al nostro Paese evidenzia che in Italia il settore agricolo assorbe il 60% dell'intera domanda di acqua del Paese, seguito dal settore industriale ed energetico con il 25% e dagli usi civili per il 15%. EIMA International ha affrontato tutti questi temi in due convegni. Il primo, promosso da FederUnacoma/Assoidrotech si è incentrato sul tema “Risorse idriche, emergenza globale”, avendo come relatori Attilio Toscano, dell’Università di Bologna e Jacopo Fratus De Balestrini, in rappresentanza di Assoidrotech. Il secondo ha avuto per tema “L’acqua, una risorsa da tutelare tra sostenibilità e opportunità”. Organizzato da Agia/Cia il convegno ha visto la partecipazione di Enrico Calentini, presidente nazionale di Agia/Cia, Angiolo Martinelli, dirigente Uso sostenibile delle risorse idriche del Ministero della transizione ecologica, Roberto Bernabini, vicedirettore generale del Consorzio di bonifica della Romagna, Stefano Francia, presidente dell’associazione Agricoltura è vita/Cia e, collegata dalla COP27 in Egitto, Federica Matteoli della Fao. Nell’occasione è stato presentato il progetto Euway (Efficient Use of Water among Agricultural Youth), finanziato dall’Unione europea e che coinvolge 5 Paesi (Italia, Belgio, Germania, Irlanda e Spagna). Il progetto si pone l’obiettivo entro il 2024 di arrivare a buone pratiche di utilizzo delle risorse idriche, con una piattaforma tecnica dedicata e un’attenzione particolare rivolta alla formazione dei giovani agricoltori. Sullo sfondo aleggia l’opportunità dell’utilizzo delle acque reflue depurate a uso irriguo. Entro giugno 2023 – ha ricordato Martinelli – uscirà il Decreto attuativo del Regolamento Ue 741/2020 che disciplinerà nuovamente l’intera materia. Un argomento spinoso poiché l’impiego di queste acque può essere realizzato adeguatamente solo con investimenti corposi in grado di portare l’acqua a quella qualità necessaria per gli usi agricoli, così come già succede in Paesi quali Israele e Cipro.

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

23 - 28 luglio 2024 Luanda (Angola) FILDA
24 - 26 luglio 2024 Tokyo Big Sight East Hall (Giappone) TECHNO-FRONTIER
26 - 29 luglio 2024 Libramont (Belgio) LIBRAMONT
30 lug. - 1 ago. 2024 Jakarta (Indonesia) INAGRITECH