Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2019 Numero 5-6

News
maggio - giugno 2019

Fatturato Campagnola: raggiunti i 14 milioni

Puntare sullo sviluppo di tecnologie elettromeccaniche ma senza abbandonare il core business della attrezzatture pneumatiche. È questo l’obiettivo che l’azienda bolognese Campagnola (la sede è a Zola Predosa) specializzata negli utensili per la potatura e la raccolta delle olive, si è data per il 2019. Un obiettivo che, nelle intenzioni del management, dovrebbe permettere all’impresa di consolidarsi ancora di più sui mercati internazionali. Il 2018, del resto, si è chiuso con un risultato brillante: il fatturato ha raggiunto quota 14 milioni di euro, il 54% dei quali realizzati in Italia, mentre l’impianto produttivo ha raggiunto una superficie pari ad 8 mila metri quadrati, per aggredire meglio i mercati nazionale ed estero. «Puntavamo a raggiungere i 16 milioni di euro e con una quota estero pari al 60% – spiega Vanni Roncagli, direttore commerciale della Campagnola – ma alcuni fattori, fra cui in particolare quello meteorologico, hanno rallentato gli acquisti. Tuttavia, grazie alla nostra presenza sui mercati internazionali siamo riusciti a bilanciare e ad assorbire le situazioni di crisi,  senza fermare il nostro percorso di crescita». Se la scuderia emiliana ha retto alle tensioni congiunturali, il merito è stato anche della sua gamma produttiva, pensata per soddisfare una domanda sempre più diversificata. Attenta, cioè, tanto al rapporto qualità-prezzo quanto al contenuto innovativo delle tecnologie proposte. E infatti, accanto ai tradizionali bestseller – le forbici elettriche Alice apprezzate da oltre 10 anni, o il modello Cobra con garanzia a 4 anni – il catalogo della Campagnola può vantare anche prodotti high tech di ultima generazione. è il caso della serie Line 44 che annovera legatrice e forbici elettriche per la potatura, o della gamma denominata Line 58 che, presentata ad EIMA International 2018, prevede un’unica batteria agli ioni di litio per alimentare tutti gli utensili destinati alla potatura e alla raccolta delle olive. «Le nostre attrezzature – commenta Roncagli – sono frutto di un accurato processo di progettazione, analisi e collaudo, teso a ridurre tempi e sforzi operativi».

di Giacomo Di Paola

Potrebbe interessarti anche

Giardinaggio
maggio - giugno 2019

Alpha di Pellenc, una gamma da premio

News
maggio - giugno 2019

Novità BCS, scende in campo L80N

Speciale
ottobre - novembre 2018

Rassegna mondiale della meccanica, i temi guida

Speciale
ottobre - novembre 2018

Biomasse, punto di forza delleconomia circolare

Speciale
ottobre - novembre 2018

EIMA 2018, un nuovo paesaggio alla Fiera di Bologna

Speciale
ottobre - novembre 2018

EIMA 2018, un evento globale

International Agriculture, Forestry and Horticulture Exhibition 26 - 29 luglio 2019 Libramont (Belgio)
foire@foiredelibramont.com
INAGRITECH 28 - 30 luglio 2019 Jakarta (Indonesia)
info@gem-indonesia.com