Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2018 Numero 4-5

News
aprile - maggio 2018

Miscelatori PF: Faresin punta sul benessere animale

Il cuore della nuova linea di carri miscelatori prodotti dalla ditta veneta è il sistema PFM basato sugli indici di omogeneità e di selezione che permettono di conoscere e di gestire la qualità della razione

Si chiama PF ed è una nuova linea di carri miscelatori Unifeed. A realizzarla è l’azienda vicentina Faresin, che l’ha presentata ufficialmente lo scorso febbraio a Fieragricola. Le macchine, come sottolinea il costruttore, sono state progettate puntando, da un lato al benessere animale, dall’altro al contenimento dei costi di produzione e allo stato dell’arte della tecnologia per gli allevamenti. «La gamma PF – spiega Faresin con una nota – prende il nome da “Precision Feeding”, ossia dalla tendenza sempre più diffusa a nutrire gli animali d’allevamento in modo equilibrato, per garantire le migliori condizioni possibili di alimentazione e ottenere livelli di produzione ottimali».

 

Il sistema PFM, un vero laboratorio

d’analisi su quattro ruote

Tra le principali innovazioni introdotte dalla Faresin con i nuovi Unifeed c’è, anzitutto, la tecnologia PFM (firmata da Faresin insieme con la startup ITPhotonics) basata sugli indici di omogeneità e di selezione che permettono di conoscere e di gestire il livello di omogeneità della razione. Grazie a questa tecnologia l’allevatore può ottimizzare l’alimentazione dei suoi animali, evitare errori, ridurre consumi e tempi di lavorazione, perché essa consente di monitorare i contenuti nutrizionali degli ingredienti e di prepararli in modo corretto, suggerendo all’operatore il momento ideale di concludere la lavorazione dell’unifeed. I dati rilevati dal PFM possono essere visualizzati in remoto; così il responsabile dell’allevamento o il veterinario possono verificare il corretto svolgimento dei lavori.

 

Una livrea nuova di zecca

Nella progettazione della gamma PF, l’azienda di Breganze ha prestato particolare cura all’estetica, con linee accattivanti, pensate per soddisfare anche gli operatori più sensibili al design. Nuove anche le sigle identificative, che, riportando il numero di coclee e il volume effettivo netto, agevolano l’individuazione dei diversi modelli della gamma (PF 2.20 indica un carro con due coclee e una vasca di miscelazione da 20 metri cubi). 

 

Miscelazione ancora più efficiente

Il restyling poi ha interessato il sistema di miscelazione. Vasca e coclee sono state progettate in modo integrato e questo – spiega il costruttore – ha permesso di migliorare l’efficienza delle lavorazioni. Infatti, grazie alla combinazione della nuova vasca di miscelazione con la speciale forma della coclea e con l’utilizzo della Power Blade (compresa la tecnologia Fast Cleaning), i carri PF si segnalano per la produttività e per l’uniformità della miscelazione. Tra i plus costruttivi della gamma, da segnalare la Unloading Blade dello scarico, una lama aggiuntiva che mantiene pulito il fondo della vasca, evitando fermentazioni indesiderate e consentendo di scaricare la razione in modo uniforme.

 

Motori Tier IV Final

Per quanto riguarda il sistema di propulsione, Faresin ha puntato su motori Tier IV final, turbo intercooler con common rail. Una soluzione dunque pienamente in linea con le ultime normative europee sulle emissioni. è possibile optare tra diverse classi di potenza in funzione della differente cubatura della vasca di miscelazione o del numero di coclee. Le soluzioni offerte dalla ditta di Breganze partono da un minimo di 125 per arrivare a un massimo di 210 kW. Un ampio margine di scelta che permette di ottenere prestazioni di assoluto livello – spiega il costruttore – sia come consumi (con riduzione del 20%) sia come velocità massima di trasferimento su strada, che ora raggiunge i 40 chilometri orari.

a cura della Redazione

Keywords: Faresin Miscelatore

Potrebbe interessarti anche

Speciale
gennaio - febbraio 2017

Gamma Faresin in primo piano a Parigi

Speciale
Gennaio/Febbraio 2015

ITPhotonics, sistemi elettronici firmati Faresin

FARMER 17 - 20 ottobre 2018 Chisinau (Moldavia)
GIE + EXPO 17 - 19 ottobre 2018 Louisville, Kentucky (USA)
info@gie-expo.com
SAIE 17 - 20 ottobre 2018 Bologna (Italia)
antonella.grossi@bolognafiere.it
SIAT 10 - 13 ottobre 2018 Tunisi (Tunisia)
prom.agri@apia.com.tn
SAUDIBUILD 22 - 25 ottobre 2018 Riyad (Arabia Saudita)
noel.puno@recexpo.com - shaid.bhatti@recexpo.com
WORLDBUILD BAKU 23 - 26 ottobre 2018 Baku (Azerbaijan)
build@iteca.az
FIERE ZOOTECNICHE INTERNAZIONALI DI CREMONA 24 - 27 ottobre 2018 Cremona (Italia)
info@cremonafiere.it
CIAME 24 - 26 ottobre 2018 Wuhan (Cina)
alexandresun@126.com
ANFD 25 - 27 ottobre 2018 Orange (Australia)
info@anfd.com.au
INTERAGRO 30 ott. / 2 nov. 2018 Kiev (Ucraina)
info@kmkya.kiev.ua / agro@kmkya.kiev.ua