L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
News

Dal garden alla componentistica, tutta la gamma AMA

di Giovanni M. Losavio
aprile - maggio 2020 | Back

Tra i bestseller dell’Ama di San Martino in Rio (Reggio Emilia) per il comparto del garden c’è un robot tosaerba per la manutenzione di tappeti erbosi con estensione fino a 600 metri quadrati. Si tratta del modello Kress KR100, una macchina adatta anche a lavorazioni multizona (massimo 4) ed equipaggiata con piatto a 3 lame flottanti decentrate per la rifinitura dei bordi. La larghezza di taglio raggiunge i 18 cm, mentre l’altezza parte da un mimino di 20 per arrivare a 60 millimetri, con arresto istantaneo della lama per la massima sicurezza dell’operatore. Grazie al sistema di navigazione intelligente Intiva, il tosaerba di casa Ama può gestire passaggi stretti e corridoi, con un sensibile incremento della resa di taglio (+30%, secondo quanto dichiarato dal costruttore), ed è in grado di collegarsi alle centraline meteo locali, aumentando o diminuendo le uscite in base alla temperatura e alla quantità di pioggia caduta nella zona. Un sensore dedicato (può essere disattivato) richiama la macchina “alla base” in caso di pioggia. Kress KR100 gestisce in piena autonomia anche il processo di ricarica. «Quando necessario – spiega con una nota tecnica l’azienda emiliana – il tosaerba rientra alla base per ricaricarsi, per riprendere autonomamente le operazioni di taglio non appena compiuto il ciclo di carica». Il motore brushless è alimentato da una batteria al litio 20V/2,9Ah; la rumorosità della macchina è pari a 68 dB(A). Il Kress KR100, così come gli altri modelli della linea garden e del settore componenti, non sono l’unico fiore all’occhiello dell’azienda reggiana che ha da sempre nella responsività uno dei suoi grandi punti di forza. Ed è stata proprio questa caratteristica che ha consentito all’azienda di dare un proprio contributo nell’emergenza Covid-19. L’idea alla base di questo impegno era tanto semplice quanto efficace: trasformare un prodotto abitualmente in uso nelle aziende agricole – la visiera protettiva – in un supporto protettivo per il personale medico impegnato in prima linea nella guerra contro la pandemia. A fine marzo, nella fase più critica dell’emergenza, quando cioè scarseggiavano le mascherine e gli altri DPI per il personale medico, Ama ha riconvertito parte della sua attività produttiva e si è dedicata alla fabbricazione delle visiere schermanti di policarbonato, poi consegnate alla Asl di Reggio Emilia. Anche in questa circostanza la capacità di attivare sinergie trasversali e di fare sistema ha dimostrato di essere un’arma vincente per affrontare l’emergenza. Tanto più che – come fanno sapere dall’azienda di San Martino in Rio – i dispositivi sono stati messi a disposizione del servizio sanitario a condizioni particolarmente favorevoli e in tempi record. Vale a dire, in due soli giorni lavorativi. Ma l’impegno dell’azienda emiliana nel segmento delle visiere schermanti non si è limitato alla sola fase di crisi. Forte dell’esperienza maturata in queste settimane, la ditta di San Martino in Rio ha infatti consolidato una nuova linea produttiva che anche oggi marcia a pieno ritmo con un volume giornaliero che ogni giorno raggiunge le 14 mila unità.

Gallery

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

17 - 19 agosto 2021 Gunnedah, Nsw (Australia) AGQUIP FIELD DAYS
19 - 22 agosto 2021 - Nitra (Repubblica Slovacca) AGROKOMPLEX
25-27 agosto 2021 Slagelse (Danimarca) Have & Landskab