Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2019 Numero 5-6

Manifestazioni
maggio - giugno 2019

Evento Drone-Bee, lagricoltura volante

La Mostra dell'agricoltura e della meccanizzazione viticola di Faenza (22-24 marzo) ha messo in luce i vantaggi dell'uso dei droni in agricoltura. Drone-Bee presenta i modelli della propria scuderia e ne illustra le caratteristiche tecniche

Cresce l’interesse degli agricoltori per l’agricoltura di precisione, e anche al recente MoMeVi, la mostra dell’agricoltura tenutasi a Faenza dal  22 al 24 marzo scorso, sono stati organizzati, da parte della DroneBee, momenti di approfondimento tecnico molto seguiti. Le nozioni diffuse nei workshop hanno sottolineato che utilizzando i droni è possibile ottenere dati fondamentali per una gestione intelligente delle pratiche agricole, zonizzando gli appezzamenti e creando mappe di prescrizione mirate per ogni esigenza, da applicare manualmente o su macchine a rateo variabile. I dati raccolti grazie alle nuove tecnologie digitali  rendono disponibile una grande quantità di informazioni, fondamentali per ottimizzare le operazioni nei campi, gestire in maniera mirata le spese, tagliare gli sprechi di produzione. I big-data non sono solo tabelle di numeri, ma sono anche foto, immagini, video, e-mail, scambi di messaggi sui social network, o condivisioni di informazioni tra macchine, per esempio fra trattori e attrezzature. Nel settore agricolo la massa di informazioni resa disponibile dalle tecnologie intelligenti rappresenta uno strumento di lavoro sempre più importante sia nei Paesi più meccanizzati sia nelle regioni emergenti. L’azienda DroneBee utilizza tre tipi di drone: Parrot Bluegrass è un quadricottero utilizzato per aree piccole e medie e su terreni collinari e montuosi, Zephyr Exos con eliche rimovibili e ripiegabili per fotografia, videoripresa aerea e agricoltura di precisione e Parrot Disco Pro AG, drone ad ala fissa ottimizzato per coprire grandi estensioni in breve tempo.   L’agricoltura di precisione e le sue tecnologie generano costi fissi, quali la manutenzione, ma la possibilità di utilizzare dati precisi sul territorio rurale contribuisce alla riduzione del costo delle macchine in quanto vi è una maggior rapidità di esecuzione e una maggiore efficienza delle operazioni.

di Marcello Ortenzi

Potrebbe interessarti anche

Speciale
luglio - agosto - settembre 2018

La flotta Droinwork, al servizio dellagricoltura

Anteprima
luglio - agosto - settembre 2018

EIMA digital, una vetrina per l'agricoltura 4.0

Normative
aprile - maggio 2018

Agricoltura di precisione: le linee guida UE

Speciale
ottobre - novembre 2016

Gardening: alla "scuola" di EIMA Green

Tecnica
Gennaio/Febbraio 2015

Droni: una nuova "prospettiva"

International Agriculture, Forestry and Horticulture Exhibition 26 - 29 luglio 2019 Libramont (Belgio)
foire@foiredelibramont.com
INAGRITECH 28 - 30 luglio 2019 Jakarta (Indonesia)
info@gem-indonesia.com