L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Speciale

Il Ministro Lollobrigida in visita ad EIMA International

“Full immersion” del nuovo Ministro dell’Agricoltura nella kermesse della meccanica agricola. Nelle intenzioni del Governo il sostegno per lo sviluppo della meccanizzazione, vista anche come via alternativa all’impiego di organismi geneticamente modificati

a cura della Redazione
dicembre 2022 | Back

L'agricoltura è una componente strategica dell’economia nazionale e noi intendiamo investire in questo settore». Questa la prima dichiarazione fatta dal Ministro dell’Agricoltura e della sovranità alimentare e forestale Francesco Lollobrigida ai giornalisti, nell’ambito di EIMA International, la grande kermesse della meccanica agricola svoltasi a Bologna dal 9 al 13 novembre.

L’incontro con la stampa si è tenuto nel Quadriportico al centro del quartiere fieristico, al termine di una visita tra i padiglioni della rassegna, durante la quale il nuovo Ministro dell’Agricoltura ha potuto vedere alcune tra le macchine e le tecnologie più innovative esistenti per l’attività agricola, dalle trattrici di nuova generazione alle macchine operatrici, dalla componentistica di settore fino alle strumentazioni elettroniche più avanzate, ai droni e ai robot ormai in grado di svolgere in totale autonomia le operazioni sul campo.

«Siamo qui per vedere, per ascoltare e poi per intervenire a livello politico – ha detto il Ministro – sottolineando il metodo che intende adottare nello svolgimento del proprio mandato: valorizzare il patrimonio di conoscenze proprio dei settori produttivi, per poi agire nel modo più efficace e utile per il settore. Nel corso della visita il Ministro ha preso atto delle grandi potenzialità dell’agromeccanica, ma anche dei problemi relativi all’aumento dei costi di produzione sia in agricoltura sia nell’industria, che rischiano di frenare il processo di rinnovamento dei macchinari e delle tecnologie nelle imprese agricole. A tale proposito il titolare del Dicastero agricolo ha ribadito come il Governo sia disposto a valutare provvedimenti di incentivazione che possano sostenere il settore in questa particolare fase.

«L’incremento delle rese produttive può avvenire in tanti modi – ha detto il Ministro – ma quello degli organismi geneticamente modificati è un modello che a noi non piace». «Invece – ha aggiunto – siamo favorevoli all’impiego di tecnologie meccaniche e di sistemi innovativi che consentano di migliorare lo sfruttamento dei terreni e quindi ottimizzare l’attività produttiva. Per questo sono stato colpito dalle molte innovazioni realizzate dai vostri costruttori e dalla qualità dei modelli premiati con il Concorso Novità Tecniche». Sul tema il ministro ha anche sottolineato la necessità di promuovere la diffusione dei sistemi di ultima generazione, tenendo conto delle specifiche esigenze del mondo agricolo. «Gli strumenti del PNRR non possono escludere dai canali di finanziamento le macchine con motori Stage V – ha spiegato Lollobrigida – puntando invece su soluzioni tecnologiche ancora in via di sviluppo e di perfezionamento, come i mezzi ad alimentazione elettrica».

Con l’occasione, il titolare dell’Agricoltura ha reso noto che il Ministero ha attivato canali di confronto con la Commissione europea per rivedere in senso migliorativo il PNRR e per rivedere alcune linee guida che potrebbero pregiudicarne l’efficacia. A fronte di un obiettivo molto ambizioso, vale a dire conciliare produzione e sostenibilità, è necessario procedere in modo logico – è stato sottolineato durante l’incontro – vale a dire attingendo al bagaglio di esperienze e di competenza maturato da chi nel settore agricolo opera da sempre».

Gallery

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

30 mag. - 1 giu. 2024 Millennium Centre Addis Abeba (Etiopia) ADDISBUILD