Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2016 Numero 7-9

Primo Piano
luglio - agosto - settembre 2016

Macchine agricole: in arrivo il finanziamento INAIL

Definite dall'Istituto le procedure per l'erogazione dei contributi per l'acquisto di mezzi sicuri ed eco-compatibili. Fissata al 10 novembre l'apertura dei bandi, che copriranno il 40% del costo delle macchine. Annunciata da FederUnacoma l'istituzione – nell'ambito di EIMA International – di uno sportello informativo per facilitare la compilazione delle richieste da parte delle imprese agricole

Il calo dei redditi che ha investito il settore agricolo a livello globale nel corso del 2014 e del 2015 continua a condizionare lo scenario economico, riducendo la capacità d’investimento da parte delle imprese agricole e riflettendosi quindi anche sul mercato delle macchine e delle attrezzature, che risulta in calo. Dopo aver chiuso il 2015 con un decremento complessivo delle vendite pari al 6,6%, il comparto delle trattrici registra anche nei primi sei mesi di quest’anno un andamento incerto. I dati, ancora parziali, elaborati da Agrievolution – l’organismo che riunisce le associazioni costruttori dei principali Paesi – indicano nel periodo gennaio-giugno un calo del 23% delle vendite di trattrici in Cina – Paese che ha rappresentato negli ultimi anni insieme con l’India la “locomotiva” del mercato mondiale – in ragione di 220 mila trattrici immatricolate (erano state oltre 285 mila nel primo semestre 2015). Cali significativi in Russia (-25% per un totale di circa 9.600 macchine), mentre un passivo più pesante caratterizza il mercato giapponese, che chiude il semestre con 21.700 macchine per un calo del 27%.

In Europa, dove le vendite di trattrici risultano in flessione del 5,5% rispetto al primo semestre 2015, è confermato l’andamento cedente del mercato tedesco che, dopo il calo del 7% registrato nel 2015, nella prima metà del 2016 vede calare le vendite di trattrici del 10%, ed anche in Inghilterra le vendite a giugno scorso hanno registrato un passivo intorno al 10%. Fa eccezione la Francia che cresce del 12% recuperando i consistenti cali subiti nel corso del 2014, anno in cui il mercato francese registrò una contrazione del 22%. 

Il mercato indiano, monitorato solo parzialmente essendo disponibili i dati relativi ai primi quattro mesi e non all’intero semestre, appare in controtendenza, segnando nel periodo gennaio-aprile un incremento di circa il 10% (151 mila macchine nei quattro mesi) che in parte recupera il calo sensibile accusato nel 2015. Di segno positivo il mercato statunitense che nel 2015 aveva registrato un decremento del 2% e nei primi sei mesi di quest’anno ha visto crescere le vendite del 4%. L’andamento incerto del mercato a livello globale penalizza le esportazioni italiane, che rappresentano una quota molto consistente (70%) del fatturato complessivo del settore. I dati Istat sul commercio estero indicano infatti – nel periodo gennaio-maggio 2016 – un calo dell’export pari al 3,7%. Il negativo andamento di quest’anno era previsto dagli analisti di Agrievolution, e considerato una sorta di “onda lunga” della crisi agricola del biennio precedente. è probabile che già dagli ultimi mesi dell’anno il mercato possa dare segnali di recupero, e che possa essere proprio la rassegna internazionale dell’EIMA – la kermesse della meccanica agricola che si tiene a Bologna dal 9 al 13 novembre prossimo e che vedrà la presenza di industrie da 40 Paesi e di operatori economici da 140 Paesi – lo “spartiacque” tra la fase negativa del mercato e quella invece della ripresa.

Mercato Italia: i dati di agosto

Il finanziamento pubblico per l’acquisto di macchine sicure, che verrà gestito in termini operativi dall’Inail, interviene in una fase particolarmente critica del mercato italiano e può contribuire a riattivare un meccanismo positivo motivando le imprese agricole ad un progressivo svecchiamento del parco macchine. I dati elaborati da FederUnacoma, sulla base delle registrazioni fornite dal Ministero dei Trasporti, indicano nei primi otto mesi dell’anno (gennaio-agosto) un numero complessivo di trattrici immatricolate pari a 12.186 unità, che corrisponde ad un calo del 2,9% rispetto all’agosto 2015. In calo anche le mietitrebbiatrici, che negli otto mesi registrano un passivo del 5,8% a fronte di 260 unità vendute, mentre in recupero risultano le trattrici con pianale di carico (+16,8% per 536 unità) e i rimorchi (+3,6% per 6.400 unità). I segnali di recupero per queste ultime categorie di macchine – osserva la federazione dei costruttori – non autorizzano a parlare di un’inversione di tendenza, e i volumi di mercato persi negli ultimi anni pesano ancora molto sui bilanci del settore. I nuovi incentivi, se combinati con un utilizzo più incisivo dei fondi PSR, possono tuttavia sostenere il comparto e spingere quella politica d’innovazione tecnologica che è necessaria per la competitività dell’economia primaria.

a cura della Redazione

Potrebbe interessarti anche

Primo Piano
luglio - settembre 2019

Macchine agricole: produzione italiana in crescita

Primo Piano
maggio - giugno 2019

Revisione macchine agricole: proroga al giugno 2021

Attualità
gennaio - febbraio 2019

Furti di macchine agricole, un giro da 300 milioni

AGROKOMPLEX 23 - 25 ottobre 2020 - Nitra (Repubblica Slovacca)
agrokomplex@agrokomplex.sk
MIMS AUTOMECHANIKA MOSCOW 26 - 28 ottobre 2020 Mosca (Russia)
info@itemf.ru
INTERAGRO 28 - 30 ottobre 2020 Kiev (Ucraina)
info@kmkya.kiev.ua / agro@kmkya.kiev.ua
AGROACTIVA 28 - 31 ottobre 2020 Autopista Rosario
agroactiva@agroactiva.com
KIEMSTA 28 - 31 ottobre 2020 Cheonan (Corea)
ANNULLATA per COVID 19 - Prossima edizione 2022
k21407942@kamico.or.kr
INDAGRA 28 ott. - 1 nov. 2020 Bucarest
romexpo@romexpo.ro
CIAME fine ott. 2020 Qingdao (Cina)
alexandresun@126.com