Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2013 Numero 10-11

Reportage
ottobre/novembre 2013

Mech@griJOBS: le nuove professioni dell'agromeccanica

Aumenta nella filiera la richiesta di figure ad alta specializzazione. Secondo Enama ed Unacma nel prossimo triennio offerta potenziale di circa 3000 posti di lavoro. Mai percorsi formativi non sempre sono adeguati alle esigenze della filiera. Mech@griJOBS promosso con l'obiettivo di spiegare ai giovani le possibilità di inserimento nel comparto

"Meccatronici", tecnici esperti di linguaggi macchina, meccanici, venditori "2.0": aumenta nella filiera dell'agromeccanica la richiesta di profili professionali ad elevata specializzazione.

Infatti, secondo stime rese note dall'Unacma a Agrilevante, nel prossimo triennio il comparto potrebbe generare una domanda per tremila nuovi posti di lavoro, 250 delle quali in Puglia e Basilicata. Molto però dipenderà dall'evoluzione dell'attuale congiuntura, favorevole alle esportazioni, ma non alla domanda interna.

Tuttavia a fronte di tale potenzialità – ha sottolineato il Segretario Generale dell'Unacma, Gianni Di Nardo – l'offerta formativa del sistema scolastico italiano non sembra in linea con le esigenze della filiera. Per questo Enama e Unacma, proprio in occasione della rassegna barese, hanno promosso Mech@griJOBS, un vero e proprio forum sulle nuove professionalità dell'agromeccanica.

L'iniziativa è stata organizzato non solo con l'obiettivo di agevolare l'incontro tra i giovani e le imprese del comparto, ma anche con quello di coinvolgere gli studenti pugliesi orientandoli verso i percorsi formativi più adatti alle nuove richieste dell'agromeccanica. «Un comparto vitale è anche un comparto che crea lavoro.

E il nostro, malgrado la crisi del mercato interno, lo è. Come dimostra, del resto, il sensibile incremento dell'export regristrato nel 2013», ha detto Sandro Liberatori, direttore dell'Enama, nel corso della presentazione di Mech@griJOBS alla stampa. «Ma è fondamentale, soprattutto per i ragazzi che si avvicinano al mondo del lavoro, avere le idee chiare sulle opportunità offerte dalla filiera – ha aggiunto il direttore dell'Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola – e con Unacma siamo partiti da questa considerazione ed abbiamo deciso di avere un contatto diretto con i giovani. Giovani ai quali abbiamo spiegato quali sono e quali saranno nel prossimo futuro le professionalità più "gettonate" della meccanica agricola, e come muoversi per concretizzare tali opportunità».

Posizioni High Tech
In questo scenario, il settore primario in generale e l'agromeccanica in particolare hanno vissuto, sull'onda dell'innovazione tecnologica, una profonda trasformazione. L'exploit delle energie rinnovabili; il "boom" di robotica, elettronica e meccatronica; il peso crescente della multifunzionalità e la crescente automazione delle operazioni colturali hanno portato alla nascita di nuovi profili. E' il caso del tecnico specializzato nei linguaggi macchina e nei sistemi di comunicazione tra motrice e attrezzatura; del meccatronico che sviluppa soluzioni basate sulla sintesi tra meccanica, informatica ed elettronica, o dell'esperto di agro-energie. «Oltre ad avere valorizzato tali figure professionali, l'agricoltura high tech ha modificato profondamente quelle "tradizionali" – ha osservato Gianni di Nardo, segretario generale Unacma –.

I dealer, ad esempio, sono diventati veri e propri consulenti d'acquisto con una conoscenza così approfondita e specializzata delle tecnologie dei vari modelli, da essere in grado orientare i propri clienti sulle macchine con le caratteristiche tecniche più adatte alle loro differenti esigenze operative. Penso anche ai meccanici che oggi devono poter intervenire su strumenti di lavoro molto complessi in cui convivono meccanica, elettronica, informatica». Già oggi la filiera offre importanti opportunità di inserimento lavorativo ma la vera "partita" si gioca sul lungo periodo. «L'incremento della popolazione mondiale, e quindi della domanda globale di cibo a fronte di risorse limitate, non potrà che spingere verso un'agricoltura sempre più sostenibile e ad alto rendimento – ha aggiunto Liberatori – ed è qui che le nuove professioni possono alzare l'asticella della produttività».

Enama e Unacma lavorano per il futuro dell'agricoltura
Insomma, Mech@griJobs rappresenta un primo contributo verso una razionalizzazione del mercato del lavoro nel comparto agro-meccanico; la prima di una serie di iniziative che impegnaranno Enama e Unacma nei mesi come negli anni a venire. Infatti, nel prossimo futuro l'associazione dei commercianti di macchine agricole ha in calendario un programma di iniziative di formazione tese sia allo sviluppo professionale, sia alla valorizzazione delle risorse umane (corsi di marketing, tecniche di vendita, team building, leadership).

Anche l'Enama mette al centro della propria attività la formazione, collegandola direttamente con la certificazione, core business dell'Ente. «Si tratta di due ambiti legati tra loro – ha concluso Liberatori – perché se è vero che nel prossimo futuro il settore primario mondiale avrà bisogno di macchine sempre più efficienti e innovative, e di figure professionali in grado di interfacciarsi con i nuovi strumenti di lavoro, è anche vero che non tutte le macchine possiedono tali requisiti, ma solo quelle che rispondono a precisi requisiti tecnico-normativi. Requisiti che sono garanzia di qualità, sicurezza ed affidabilità per tutta la filiera agro-meccanica».

di Fabrizio Sereni

Potrebbe interessarti anche

Attualità
gennaio - febbraio 2019

Furti di macchine agricole, un giro da 300 milioni

Temi
gennaio - febbraio 2019

Il Network europeo delle officine certificate

Anteprima
luglio - agosto - settembre 2018

EIMA 2018, una fiera giovane

Primo Piano
febbraio - marzo 2018

Fieragricola 2018, unedizione di successo

Primo Piano
gennaio 2018

Meccanica agricola protagonista a Verona

JOURNEES DES COLLECTIONS - JARDIN 07 - 09 aprile 2020 Parc Chanot, Marseille (Francia)
Rinviata al 12-14 maggio 2020
fpetricca@infopro-digital.com
PROJECT QATAR 07 - 09 aprile 2020 Doha (Qatar)
Rinviata al 28 settembre 1 ottobre 2020
ghassan.nawfal@ifpexpo.com
AGRO & POULTRY EAST AFRICA 09 - 11 aprile 2020 Diamond Jubilee Hall, Dar-Es-Salaam (Tanzania)
Rinviata al 31 luglio-3 agosto 2020
EXPO FLOWERS & GARDEN 09 - 12 aprile 2020 Romexpo Exhibition Centre, Bucarest (Romania)
Rinviata al 14-17 maggio 2020
romexpo@romexpo.ro
WORLD BUILD ST. PETERSBURG 14 - 16 aprile 2020 San Pietroburgo (Russia)
Rinviata al 2-4 giugno 2020
SIAM 14 - 19 aprile 2020 Meknes (Marocco)
La fiera è stata annullata
contact@salon-agriculture.ma
MAAMESS 16 - 18 aprile 2020 Tartu (Estonia)
Rinviata al 10-12 settembre 2020
margus@tartunaitused.ee
FIERA NAZIONALE MECCANIZZAZIONE AGRICOLA 16 - 19 aprile 2020 Savigliano CN (Italia)
Rinviata a data da destinarsi
info@entemanifestazioni.com
OSLO GARDEN SHOW 17 - 19 aprile 2020 Oslo (Norvegia)
TURKEY BUILD ISTANBUL 18 - 22 aprile 2020 Istanbul (Turchia)
Rinviata al 24-28 agosto 2020
info@turkeybuild.com.tr