L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Speciale

Motori pronti per la "rivoluzione green"

I veicoli alimentati con combustibili ecologici sono già realtà per i costruttori di motori destinati ai trattori. Il ruolo centrale dell’innovazione in vista delle probabili svolte che saranno impresse da Bruxelles per ridurre le emissioni di C02

a cura della Redazione
dicembre 2021 | Back

Nuove tecnologie motoristiche per l’abbattimento delle emissioni gassose, questo uno dei temi centrali per il settore della meccanica agricola, destinato a tenere banco nei prossimi anni. L’Unione Europea ha infatti annunciato una stretta sulle emissioni di CO2, anche se disposizioni nuove non si sono ancora concretizzate nell’indicazione di una scadenza per l’entrata in vigore del divieto di vendita di motori endotermici destinati ai veicoli semoventi per l’agricoltura. Sull’evoluzione dello scenario normativo e tecnologico si sono confrontati, nel mese di ottobre a Bologna, nell’ambito di EIMA, esperti, rappresentanti delle istituzioni e delle case costruttrici in occasione del convegno dal titolo “Green Deal e Powertrain technology”, promosso al salone emiliano dalla rivista Macchine Trattori. «Per ora parliamo di piani di lavoro aperti ai miglioramenti, che potranno essere apportati da tutti i protagonisti del mondo agricolo», ha detto Marco Pezzini, responsabile del settore politiche comunitarie di FederUnacona, la federazione dei costruttori italiani. Un messaggio in qualche misura rassicurante a fronte dell’ipotesi recentemente circolata secondo la quale il divieto dovrebbe entrare in vigore in modo vincolante già dal 2035. L’industria delle macchine agricole è però pronta per affrontare la rivoluzione green, come confermano le imprese della filiera. «Stiamo lavorando su due linee di ottimizzazione dei motori per farli funzionare con combustibili ecologici – spiega Diego Rotti, Product Marketing Manager Off-Road di Fpt Industrial – ma ci vorrà ancora tempo per sviluppare soluzioni basate sull’idrogeno o sull’elettrificazione». «In ogni caso i motori ibridi o alimentati a metano, a minore impatto ambientale, ci sono già», osserva Rotti. La strada è tracciata, come conferma Stefano Fiorani, Tractor Innovation Manager di New Holland Agriculture. «Siamo pronti – annuncia Fiorani – per fare fronte alle richieste che arriveranno dall’Europa, la nostra azienda ha già messo in produzione macchine con motori alimentati a metano e abbiamo realizzato un prototipo di trattore specialistico elettrificato». Le aziende stanno già costruendo il futuro. Ma invitano i vertici della Commissione europea a ricordare che il settore agricolo ha più anime, dalla zootecnia all’agricoltura estensiva per arrivare a quella specializzata. Tutti settori che utilizzano macchine completamente diverse e che richiedono tecnologie differenti. «I cambiamenti – conclude Pezzini – non devono spaventare. È fondamentale però che le imprese facciano squadra».

Gallery

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

17 - 19 gennaio 2022 Orlando, FL (USA) AED SUMMIT & CONDEX
18 - 20 gennaio 2022 Brandon Keystone Centre - Manitoba (Canada) AG DAYS
21 - 30 gennaio 2022 Berlino (Germania) INTERNATIONAL GREEN WEEK DIGITAL
26 - 29 gennaio 2022 Verona (Italia) FIERAGRICOLA
26 - 29 gennaio 2022 Budapest (Ungheria) AGRO+MASHEXPO
27 - 29 gennaio 2022 Belgrado (Serbia) AGRO BELGRADE