Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2019 Numero 7-9

Anteprima
luglio - settembre 2019

Biomasse ed economia circolare, una sfida per il Mezzogiorno

Decarbonizzare l'economia è un passaggio cruciale per contrastare i cambiamenti climatici. L'agricoltura è il contesto ottimale per mettere in pratica i principi dell'economia circolare, attivando colture e filiere innovative e minimizzando gli impatti sugli agrecosistemi. In questo campo anche alla meccanizzazione spetta un ruolo importante e Agrilevante sarà l'occasione per trattare a fondo la questione

Per l’edizione 2019 di Agrilevante l’Esposizione Internazionale delle Macchine, Impianti e Tecnologie per le Filiere Agricole (Bari, 10 - 13 ottobre), Itabia curerà un ricco programma di attività dimostrative, informative e commerciali sulla risorsa biomassa e le filiere ad essa associate.

In tutti gli eventi fieristici di FederUnacoma – da quelli ormai storici a quelli di recente o prossima attivazione – i temi della sostenibilità ambientale del settore primario, uniti alla multifunzionalità aziendale, sono sempre presentati come un elemento dinamico che alimenta una forte spinta all’innovazione della meccanizzazione nelle tante opzioni applicative, tra cui le più moderne soluzioni tecnologiche per una corretta valorizzazione della risorsa biomassa.

In tale ottica, Agrilevante darà il giusto risalto alla visione sistemica della bioeconomia, la cui sostenibilità è fortemente legata all’efficienza delle macchine impiegate nelle filiere di approvvigionamento della biomassa. La bioeconomia oltre ad attivare nuovi mercati estremamente promettenti è un’opportunità per tutelare il territorio attraverso colture agricole innovative, gestione produttiva di boschi, manutenzione di alvei fluviali, filari e aree marginali con la necessaria apertura al recupero delle biomasse residuali.

Quest’anno ad Agrilevante, grazie alla stretta collaborazione tra Itabia, Chimica Verde Bionet e Federcanapa, si tratterà il tema delle risorse agricole (biomasse) con il duplice obiettivo di indicare da una parte le potenzialità di colture e ordinamenti colturali innovativi verso filiere commercialmente valide e dall’altra di indicare le nuove direzioni di ricerca e sviluppo dell’economia circolare (bioenergia e chimica verde). Il tutto focalizzato sull’area del Mediterraneo, con attenzione a quanto di nuovo sta avvenendo anche nelle agricolture di altri Paesi delle due sponde, accomunate dai problemi crescenti legati ai cambiamenti climatici.

A tal fine si punterà anche a divulgare i risultati di diversi Progetti finanziati con fondi Europei a cui hanno partecipato – oltre all’Italia – numerosi Paesi del bacino del Mediterraneo.  La Fiera di Bari attrae infatti visitatori di paesi extra-europei come Marocco, Egitto, Tunisia, Turchia, Albania, ecc. e si configura come un’ottima vetrina per mostrare le buone pratiche sviluppate in ambito nazionale e replicabili all’estero; anche per l’internazionalizzazione della meccanizzazione made in Italy. 

Come novità per questa edizione – oltre al programma di conferenze, seminari, visite tecniche e corsi di formazione – sarà organizzata nel Padiglione 20 l’area espositiva “Filiere innovative”, riservata ad aziende ed enti (una dozzina circa) che operano in chiave sostenibile nella sfera agroindustriale: dai mezzi tecnici alternativi (corroboranti, biostimolanti, attivatori biologici, biopesticidi, bioteli e supporti compostabili, ecc.), ai sistemi di prima trasformazione fino ai prodotti finiti e servizi.

Infine, Itabia collaborerà con FederUnacoma per realizzare una mostra dinamica nel piazzale (Area 47) antistante al Padiglione 20, dove saranno esposte e messe in azione le macchine e le attrezzature più moderne ed efficienti per la movimentazione e il condizionamento delle biomasse.

L’interesse a divulgare il potenziale di penetrazione della bioeconomia in ambito agricolo ha spinto Itabia a coinvolgere nelle proprie iniziative un gran numero di soggetti che, a vario titolo, contribuiscono allo sviluppo e all’innovazione in tal senso. Non mancheranno, quindi, le collaborazioni con  agricoltori e aziende virtuose, con le amministrazioni competenti (Assessorato Agricoltura della Regione Puglia), con gli enti di ricerca (CREA, ENEA, CNR, Università di Bari e Foggia) e infine anche con i giovani studenti di atenei ed istituti tecnici pugliesi. 


Gli eventi in programma

Info-point - Verrà allestito uno stand di accoglienza per i visitatori interessati a ricevere materiale divulgativo e informazioni sulle filiere energetiche e industriali basate sulle biomasse. Lo stand sarà coordinato da Itabia e presidiato in modo continuativo anche con il supporto di altri esperti.

Area espositiva stand “Filiere innovative” - Nel Padiglione 20 su una superficie di circa 150 mq saranno presenti con i loro stand aziende ed enti che operano nel settore della bioeconomia. 

Mostra dinamica - Nell’area 47, in prossimità del Padiglione 20, si esporranno al pubblico – ricreando le condizioni operative di campo – le principali macchine impiegate per il trattamento delle biomasse di origine agricola e forestale.

Seminari tematici e convegni - Nella sala 5 del Centro Congressi, per tutta la durata della Fiera, si svolgerà il ciclo di conferenze “Filiere agroindustriali innovative nell’area del Mediterraneo” con sessioni al mattino e al pomeriggio. Queste saranno dedicate all’approfondimento di tematiche specifiche dell’agricoltura sostenibile e dell’uso delle biomasse nel campo della nutraceutica, farmaceutica, cosmesi, tessile, bioedilizia, bioenergia, ecc. Interverranno come relatori un gran numero di esperti di diverse organizzazioni di chiara fama. Sarà inoltre fornito materiale informativo riguardante gli argomenti trattati.

Visita tecnica - Organizzazione di una visita presso la centrale termoelettrica Fiusis di Calimera (LE), un impianto della potenza di 1 MWe alimentato unicamente con le potature degli uliveti salentini raccolte con meccanizzazione innovativa nelle aziende agricole locali. Tale impianto è indubbiamente un modello virtuoso di efficienza e sostenibilità, per questo ha già ricevuto numerosi riconoscimenti e premi in ambito nazionale ed europeo. 

 

di Matteo Monni

EXPODIRETO Cotrijal 02 - 06 marzo 2020 Não-Me-Toque
expodireto@cotrijal.com.br
BIGS - BAHRAIN INTERNATIONAL GARDEN SHOW 03 - 07 marzo 2020 Manama (Bahrain)
sana@niadbh.com
AGRAME Agra Middle East 3 - 5 marzo 2020 Dubai (Emirati Arabi)
agramiddleeast@informa.com / larry.pascual@informa.com
ORTOGIARDINO 07 - 15 marzo 2020 Pordenone (Italia)
info@fierapordenone.it
WORLD OF ASPHALT SHOW & CONFERENCE 09 - 11 marzo 2020 Houston, TX (USA)
info@worldofasphalt.com
CONEXPO CON/AGG 10 - 14 marzo 2020 Las Vegas, Nevada (USA)
info@conexpoconagg.com
EXPOAGRO 10 - 13 marzo 2020 RN9, Km 225 - San Nicolas Buenos Aires (Argentina)
ventas@exponenciar.com.ar
AGROWORLD UZBEKISTAN 11 - 13 marzo 2020 Tashkent (Uzbekistan)
agroworld@ite-uzbekistan.uz
MOLDAGROTECH (Spring) 11 - 14 marzo 2020 Chisinau (Moldavia)
FIERA NAZIONALE MECCANIZZAZIONE AGRICOLA 12 - 15 marzo 2020 Savigliano CN (Italia)
info@entemanifestazioni.com