Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2020 Numero 6

News
giugno 2020

Caricatori Serie M, versatili e leggeri

Ampliamento di gamma per i caricatori frontali John Deere. Dopo il lancio della serie R, risalente ormai a cinque anni fa, la casa statunitense lancia sul mercato quattro nuovi modelli per trattori con potenza fino a 155 cavalli. Sono i caricatori della serie M, versatili e leggeri, progettati per una vasta gamma di impieghi, dalle operazioni di caricamento standard agli interventi che richiedono prestazioni e comfort di livello superiore anche nelle aree di lavoro più strette. Specie quelle delle aziende agricole e degli allevamenti, dove il profilo snello del braccio della serie M offre una buona visibilità anteriore sulla benna, sui punti di aggancio e intorno al trattore. Inoltre, i nuovi caricatori frontali John Deere sono equipaggiati con un robusto sistema di autolivellamento meccanico (MSL) che ottimizza il riempimento della benna.

Grazie a un peso inferiore del 20% rispetto ai modelli della Serie R – ciò comporta una sensibile riduzione della zavorra posteriore (-20% secondo dati del costruttore) – la serie M si fa apprezzare per velocità e fluidità operativa. Il 603 M, ad esempio, è in grado di sollevare completamente la benna in soli quattro secondi. Altro punto di forza degli ultimi nati in casa John Deere è rappresentato da un’architettura costruttiva che sfrutta lo stesso telaio della serie R e che non richiede pertanto alcun intervento di adattamento sulle trattrici. Da segnalare poi la possibilità di equipaggiare i nuovi caricatori con un sistema di ammortizzazione opzionale che protegge i componenti idraulici da urti e danneggiamenti (i componenti infatti sono posizionati all’interno del telaio).

Commercializzata in Italia da maggio e compatibile con i sollevatori anteriori John Deere, la serie M consente l’oscillazione completa dell’assale anteriore mantenendo gli angoli di sterzata massimi e lasciando libero accesso ai punti di manutenzione principali della motrice.

di Giovanni M. Losavio

Keywords: John Deere
PROJECT QATAR 07-10 dicembre 2020 2020 Doha
ghassan.nawfal@ifpexpo.com