Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2020 Numero 7-9

Anteprima
luglio - agosto - settembre 2020

EIMA Digital Preview, la prima rassegna virtuale della meccanica agricola

Dedicata alle macchine e alle tecnologie per l’agricoltura, la kermesse si svolge dall’11 al 15 novembre. Organizzati sulla base delle 14 categorie merceologiche di EIMA International, gli spazi espositivi della rassegna digitale sono strutturati in stanze virtuali. Sei le tipologie di stand previste, in funzione dei metri quadri assegnati alle aziende che partecipano ad EIMA International

Una costellazione di quattordici “pianeti” in corrispondenza di ciascuna delle quattordici categorie merceologiche rappresentate ad EIMA International; oltre 1600 spazi digitali, una per ogni azienda partecipante; sei diverse tipologie di stand. Questa l’architettura prevista dalla piattaforma “EIMA Digital Preview” per quanto riguarda gli spazi espositivi virtuali riservati alle industrie che si sono già prenotate per l’evento fisico di EIMA International, in calendario a Bologna dal 3 al 7 febbraio 2021. La piattaforma è stata presentata lo scorso luglio, con una conferenza stampa in diretta streaming, da FederUnacoma, l’associazione italiana dei costruttori di macchine agricole che è organizzatrice diretta di EIMA International.

Primo evento di meccanica agricola a livello mondiale interamente mediatizzato con piattaforma e tecnologie digitali, ma anche primo appuntamento fieristico del 2020 dopo l’emergenza Covid-19, la Preview rappresenta un vero ponte verso l’edizione 2021 della kermesse, in grado di attivare il business del settore e di traghettarlo verso l’anno nuovo.
Organizzata dall’associazione italiana dei costruttori di macchine agricole FederUnacoma, l’evento digitale è dunque un’anteprima piena di fascino: per cinque giorni – dall’11 al 15 novembre – le aziende espositrici di EIMA International accenderanno i riflettori dei propri stand virtuali, accessibili da tutti i Paesi del mondo con copertura totale “h24”.

Per entrare nell’area fieristica telematica è necessario completare la procedura di registrazione al portale, e poi selezionare il punto d’accesso dedicato. La piattaforma prevede infatti altre due sezioni, quella relativa a convegni ed eventi (Agorà) e quella riservata all’interfaccia dell’organizzazione con i visitatori. Una volta selezionata l’area espositiva, il visitatore accede a una “costellazione” di quattordici pianeti, ciascuno dei quali corrisponde a una delle categorie merceologiche presenti a EIMA International. Ogni pianeta ospita dunque le aziende appartenenti alla stessa categoria merceologica, e per localizzare la singola casa costruttrice è possibile fare una ricerca per settore di specializzazione, per ragione sociale e per tipologia di prodotto. Una volta entrato nel­l’area selezionata il visitatore viene accolto da un avatar e fa il suo ingresso in un’ampia hall virtuale, brandizzata con il logo del­l’azien­da e arricchita con suggestivi elementi di ambientazione. All’interno della hall hanno grande evidenza sia il video istituzionale, che racconta storia e attività produttiva dell’azienda, sia la presentazione dei prodotti di punta da essa realizzati. Proprio come in uno stand reale, la room prevede uno spazio dedicato agli incontri con gli operatori, mentre altri tre elementi grafici visualizzati come piccole torri permettono di accedere al catalogo della ditta, al link del sito aziendale, alla chat con gli operatori dell’impresa e all’agenda per fissare degli appuntamenti. Questi sono gli elementi base comuni a tutti gli spazi virtuali, ma design, architettura e superficie degli stand variano in funzione dei metri quadri assegnati a ciascuna azienda per la rassegna fisica di febbraio.

Sei i layout previsti. «Le room più strutturate, a pianta ovale o circolare, sono multipiano – ho spiegato nel corso della conferenza stampa il direttore generale di FederUnacoma Simona Rapastella – e permettono di arricchire gli spazi con contenuti aggiuntivi quali un secondo video aziendale o la presentazione tridimensionale dei modelli di punta». Sempre per le room più strutturate, va segnalata la possibilità di inserire un link al simulatore e al configuratore presente sul sito del costruttore. «Gli spazi prettamente espositivi di EIMA Digital Preview – ha aggiunto Rapastella – sono stati concepiti in modo tale che il visitatore abbia un’esperienza ancora più diretta delle macchine e che possa familiarizzare con le loro caratteristiche preselezionando così il modello più adatto alle sue specifiche esigenze. Inoltre gli espositori all’interno della propria area virtuale potranno trasmettere eventi live in diretta dai loro stabilimenti».

a cura della Redazione

Potrebbe interessarti anche

Anteprima
luglio - agosto - settembre 2020

Un ateneo virtuale per conoscere l'agromeccanica

Anteprima
luglio - agosto - settembre 2020

Una “road map” per la kermesse di novembre

CIAME fine ott. 2020 Qingdao (Cina)
alexandresun@126.com