Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2014 Numero 2

Focus
Febbraio 2014

Prestazioni e tecnologia per i sollevatori LM di casa New Holland

L'impresa modenese ripensa la sua gamma affiancando ai tre modelli base, due di categoria superiore – gli Elite – che offrono rendimenti operativi da "fuoriserie", sia come capacità di sollevamento sia come estensione del braccio

Prestazioni, capacità di sollevamento, design all'insegna dell'ergonomia. Sono i principali plus dei sollevatori LM di casa New Holland, che ha recentemente rivisitato il profilo tecnico di una linea studiata sulle esigenze delle medie e grandi aziende agricole e zootecniche, nonché dei contoterzisti. «Il restyling – spiega a Mondo Macchina Luca Mainardi, responsabile della divisione Tractor, Telehandler and Precision Farming Product Management dell'impresa modenese – è nato dagli input ricevuti dai nostri clienti, ai quali abbiamo voluto offrire strumenti di lavoro ancora più produttivi, in grado di unire potenza, flessibilità d'uso ed un elevato comfort di guida». Per questo la scuderia modenese ha ripensato la gamma, da un lato implementando il contenuto tecnologico dei modelli base (LM 6.32, LM 7.35, LM 9.35) – in altri termini New Holland ha elevato lo standard di ciò che dovrebbe essere considerato di serie nel settore – dall'altro introducendo due versioni “Elite” (LM 6.35 e LM 7.42) con rendimenti operativi da “fuoriserie”. Con gli “Elite” gli utilizzatori vedono infatti aumentare le prestazioni anche del 20% sia come capacità di sollevamento – 3,500 tonnellate per LM 6.35 Elite (+10%) e 4.2 tonnellate per LM 7.42 Elite (+20%) – sia come potenza, che, proprio con il sollevatore LM 7.42, arriva a ben 143 cavalli (+20%). Diverse sono anche le performance dell'impianto idraulico, migliorato tanto nella capacità quanto nei tempi riciclo, con gli Elite che si distinguono per una portata di ben 140 litri al minuto, a fronte dei 120 litri al minuto della versione base.

Potenza e capacità di sollevamento in primo piano

Tutti gli LM sono alimentati dai gagliardi motori Nef con tecnologia ECOBlue SCR, conforme al Tier 4A. Generosi nel rendimento, ma misurati nei consumi, i propulsori Nef della New Holland sviluppano una potenza massima di 143 cavalli a bordo del 7.42 Elite, e di 121 sui sollevatori standard. In evidenza, sempre su tutta la gamma LM, il nuovo braccio “heavy duty” costruito in acciaio ad alta resistenza. Braccio che, oltre ad assicurare potenza e precisione di sollevamento, permette di raggiungere una estensione massima di ben nove metri con LM 9.35 (sei per il 6.32 ed il 6.35 Elite, sette per il 7.35 ed il 7.42 Elite). L'inclinazione allo scarico, invece, è di 131° per la versione base; 142° per le Elite (garantisce lo svuotamento totale della benna).

Flessibilità all'insegna del comfort

Tutte le macchine New Holland sono progettate con l'obiettivo di fornire la velocità e la flessibilità necessarie per qualsiasi tipo di lavoro. In questo senso la serie LM non fa eccezione. La trasmissione powershift 4x3 dei modelli standard offre, per i lavori più impegnativi e per il trasporto, un intervallo di rapporti ideale nella gamma operativa. Gli Elite dal canto loro mostrano una maggiore specializzazione per le applicazioni di trasporto, poiché sono proposti con la funzione di allineamento automatico dello sterzo e con la trasmissione 6 x 3 powershift, supportata dalla selezione automatica dei rapporti che consente di scegliere la marcia più vantaggiosa ai fini della riduzione dei consumi di carburante. A valorizzare la flessibilità della linea LM contribuisce il nuovo design dell'attacco anteriore, ora compatibile con una più ampia varietà di attrezzi ed ottimizzato per rendere ancora più veloci le operazioni di aggancio e di sgancio delle applicazione. Non poteva poi mancare, in casa New Holland, una grande attenzione per il comfort del conducente, come dimostra la rivisitazione della cabina – è stata riprogettata all'interno ed all'esterno – più silenziosa ed ergonomica. Nel segno dell'ergonomia anche il nuovo joystick elettronico “in punta di dita”, grazie al quale è possibile gestire le principali funzioni della macchina e del braccio in modo tanto agevole quanto intuitivo.

di Giovanni M. Losavio

Potrebbe interessarti anche

Bioenergia
marzo - aprile 2019

Concept CNH, verso l'economia circolare

News
marzo - aprile 2019

New Holland, più ricca la gamma T6

Speciale
gennaio - febbraio 2019

New Holland: nuovo sistema anti-ingolfamento

JOURNEES DES COLLECTIONS - JARDIN 07 - 09 aprile 2020 Parc Chanot, Marseille (Francia)
Rinviata al 12-14 maggio 2020
fpetricca@infopro-digital.com
PROJECT QATAR 07 - 09 aprile 2020 Doha (Qatar)
Rinviata al 28 settembre 1 ottobre 2020
ghassan.nawfal@ifpexpo.com
AGRO & POULTRY EAST AFRICA 09 - 11 aprile 2020 Diamond Jubilee Hall, Dar-Es-Salaam (Tanzania)
Rinviata al 31 luglio-3 agosto 2020
EXPO FLOWERS & GARDEN 09 - 12 aprile 2020 Romexpo Exhibition Centre, Bucarest (Romania)
Rinviata al 14-17 maggio 2020
romexpo@romexpo.ro
WORLD BUILD ST. PETERSBURG 14 - 16 aprile 2020 San Pietroburgo (Russia)
Rinviata al 2-4 giugno 2020
SIAM 14 - 19 aprile 2020 Meknes (Marocco)
La fiera è stata annullata
contact@salon-agriculture.ma
MAAMESS 16 - 18 aprile 2020 Tartu (Estonia)
Rinviata al 10-12 settembre 2020
margus@tartunaitused.ee
FIERA NAZIONALE MECCANIZZAZIONE AGRICOLA 16 - 19 aprile 2020 Savigliano CN (Italia)
Rinviata a data da destinarsi
info@entemanifestazioni.com
OSLO GARDEN SHOW 17 - 19 aprile 2020 Oslo (Norvegia)
TURKEY BUILD ISTANBUL 18 - 22 aprile 2020 Istanbul (Turchia)
Rinviata al 24-28 agosto 2020
info@turkeybuild.com.tr