Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2018 Numero 6

Giardinaggio
giugno 2018

Rasaerba con conducente a bordo, un segmento innovativo

Questa tipologia di macchina, prevalentemente utilizzata per le manutenzioni professionali, presenta un'ampia gamma di soluzioni sia per quanto riguarda le motorizzazioni sia per quanto riguarda gli apparati di taglio. Dal motore a benzina fino all'elettrico e all'ibrido, dal piatto di taglio anteriore a quello ventrale o laterale, l'industria del settore offre mezzi adatti per le più diverse applicazioni

Quella dei rasaerba con conducente a bordo è una categoria di macchine che ha avuto una forte evoluzione. Anzitutto nella motorizzazione e cioè motori alimentati a: benzina, Diesel, gas, elettrico a batteria; oltre alla motorizzazione ibrida (endotermica ed elettrica). L’analisi del ciclo di vita (LCA) condotta dallo Studio francese Véritas, comparativamente su tre tipi di motorizzazione, benzina, gas ed elettrica, sulla base di un’utilizzazione di 1000 ore in tre anni per un totale di 6500 km percorsi, ha fornito le seguenti impronte di carbonio espresse in kg di CO2/km: benzina 1,45; gas 0,83; elettrico 0,40. È quindi evidente il minor impatto ambientale del motore elettrico rispetto alle altre due tipologie di motorizzazione. L’elettrico, comunque, rimane limitato alle basse potenze, mentre la soluzione hybrid sta trovando qualche applicazione nei campi da golf. In funzione della posizione del motore e dell’apparato di taglio, questi rasaerba vengono distinti in tre categorie: 1) quella con motore posto davanti al conducente e apparato di taglio in posizione ventrale, 2) quella con motore posto dietro al conducente e apparato di taglio in posizione ventrale, 3) e quella con motore posto dietro al conducente e apparato di taglio in posizione frontale, ventrale e laterale.

Nei modelli con apparato di taglio in posizione ventrale la tipologia è quella a lame rotanti su asse verticale. L’erba tagliata può essere raccolta nel cesto posteriore o scaricata lateralmente. Altra soluzione è il taglio mulching. L’apparato di taglio posto frontalmente può essere: a lame rotanti su asse verticale; a lame elicoidali; a lame rotanti su asse orizzontale.

Motore posto anteriormente al conducente (Lawn tractor)

In origine erano derivati dai trattori agricoli di piccola potenza a cui si erano applicati il piatto di taglio in posizione ventrale e pneumatici garden. La trasmissione può essere meccanica, per i modelli con larghezza di lavoro inferiore al metro, oppure idrostatica. L’assale posteriore porta ruote motrici, quello anteriori a ruote direttrici. La larghezza di lavoro è compresa tra 0,60–0,70 m e 1,30 m e anche oltre; conseguentemente la potenza del motore va dai 6-8 kW a 20-25 kW. A seconda della larghezza di lavoro il taglio viene effettuato da una, due o tre lame rotanti; la soluzione più frequente è quella delle due lame asincrone.

La posizione frontale del motore riduce la visibilità del conducente con possibile ripercussione sulla precisione del lavoro. Nella generalità dei casi, la manovrabilità della macchina non è molto grande e questo rappresenta un inconveniente quando si deve operare su tappeti a forma irregolare o con presenza di alberi, arbusti e aiuole. Vengono però realizzati anche modelli con raggio di sterzata ridotto consentito dal fatto che la ruota posteriore interna va in folle al momento della sterzata. In termini generali si può affermare che questa categoria non è la più adatta per tappeti di elevata qualità.

Motore posteriore e apparato di taglio ventrale (Rider)

Per migliorare la qualità del lavoro sono stati realizzati modelli di rasaerba con il motore posto posteriormente all’apparato di taglio, il quale è posizionato ventralmente. La macchina è compatta e l’operatore ha una visibilità completa. Sul mercato si trovano due tipologie, quella con ruote posteriori motrici e direttrici, che consentono di avere raggio di sterzata zero, e quella con ruote anteriori direttrici.

La prima tipologia offre una grande manovrabilità. Una ruota motrice può essere bloccata e ruotare verso il retro mentre l’altra ruota verso l’avanti. Il sistema di trasmissione è generalmente idraulico e la manovrabilità della macchina non è fatta con il volante ma viene comandata tramite leve direzionali e di motricità. La larghezza del piatto di taglio va da 0,80 m a 1,80 m e conseguentemente la potenza del motore è compresa tra 10-12 kW e 25-30 kW. L’innesto delle lame è in genere meccanico. Questa tipologia di rasaerba è particolarmente adatta a essere impiegata su tappeti erbosi di qualità, anche aventi forme irregolari e con presenza di ostacoli. La grande manovrabilità consente di evitare, o di ridurre al minimo, gli interventi di rifinitura del taglio pur operando in condizioni difficili.

La seconda tipologia, con ruote anteriori direttrici, non permette di effettuare tagli così precisi e accurati come quelli della tipologia precedente. Le larghezze di lavoro sono comprese tra 0,80 m e 1,50 m, per cui la potenza del motore varia tra 8-10 kW e 20-25 kW. La trasmissione può essere meccanica o idraulica, mentre l’innesto delle lame è meccanico.

Motore posteriore e apparato di taglio frontale, ventrale o laterale

In questa categoria le due ruote anteriori sono motrici e le due posteriori generalmente direttrici; in alcuni modelli sono anche motrici. Si tratta di una categoria di macchine che si presenta in numerose versioni, potendo avere l’apparato di taglio in posizione frontale, ventrale e anche laterale. Lo châssis della macchina, il motore, la trasmissione, le ruote e lo stesso sistema di frenatura, sono legati alla tipologia e alla larghezza di lavoro che può variare da 1,20 m a 5,00 m. I piatti di taglio possono essere sollevati idraulicamente più o meno completamente e ciò facilita gli interventi di manutenzione e pulizia. Per tutti i modelli la visione dell’operatore è completa sull’intera superficie del tappeto e il lavoro può essere eseguito con buona precisione. Si distinguono tre tipologie.

Un piatto frontale. La larghezza di lavoro varia da 1,20 m a 3,00 m con potenza del motore da 12 kW a 45 kW. Per larghezze sino a 2 m il piatto è unico, mentre per dimensioni maggiori si può avere un piatto centrale e altri due ad esso laterali sollevabili. Questo consente la scelta della larghezza di lavoro in funzione delle condizioni operative.

Tre piatti indipendenti. In questa tipologia la larghezza di lavoro arriva ai 5,00 m. I piatti, ad azionamento indipendente, si trovano in posizione frontale, laterale e ventrale. Si può operare impiegando tutte le tre posizioni dei piatti, oppure mettendo in funzione un singolo piatto (frontale ad esempio), o anche due piatti (frontale e laterale ad esempio). La potenza del motore arriva a 70-75 kW.

Multipiatti flottanti. Sono di recente introduzione sul mercato allo scopo di consentire una buona qualità del lavoro su tappeti con orografia del terreno variabile e irregolare. I piatti di taglio hanno larghezza di 0,60 m e, essendo flottanti, seguono il profilo del terreno consentendo di mantenere la stessa altezza di taglio indipendentemente dall’irregolarità del profilo. La versione più diffusa è quella a tre piatti (due frontali e uno laterale) con una potenza del motore di 25-30 kW.

Rasaerba hybrid

La motorizzazione ibrida è di recente introduzione e riguarda essenzialmente i rasaerba per il golf con apparato di taglio a lame elicoidali. La versione della tripla per i green, con larghezza di lavoro di 1,57 m con potenza al motore di 14,5 kW, è stata equipaggiata con un alternatore che permette al motore di funzionare a regime ridotto, mantenendo una potenza costante per una qualità del taglio ottimale passando da un green all’altro. Il consumo di combustibile, con questa soluzione, si riduce del 50% rispetto al modello tradizionale. Questo significa risparmiare 3 litri di combustibile nel taglio di 18 green. Considerato che nel periodo estivo il taglio ha frequenza giornaliera, il risparmio non è di poco conto. La stessa soluzione è stata adottata per una quintupla da fairway con larghezza di lavoro di 2,54 m e potenza del motore di 27,5 kW.

di Pietro Piccarolo

YUGAGRO 20 - 23 novembre 2018 Krasnodar (Russia)
info@krasnodarexpo.ru
VINITECH SIFEL 20 - 22 novembre 2018 Bordeaux (France)
THE BIG FIVE PMV 26 - 29 novembre 2018 Dubai (Emirati Arabi)
BAUMA CHINA 27 - 30 novembre 2018 Shanghai New International Expo Centre - Shanghai (Cina)
baumachina@mm-sh.com
AGROMEK 27 - 30 novembre 2018 Herning (Danimarca)
AGRARIA 28 nov. / 1 dic. 2018 Wels (Austria)
office@messe-wels.at / p.leingartner@messe-wels.at
AGRAMA 29 nov. / 3 dic. 2018 Berna (Svizzera)
info@agrama.ch
AUTOMECHANIKA SHANGHAI 28 nov. - 1 dic. 2018 Shanghai, Cina