Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2014 Numero 2

Focus
Febbraio 2014

Innocazioni e motori performanti per il GTH 2506 della Genie

Restyling per uno dei modelli di punta di casa Genie, il telescopico GTH 2506, ora proposto in una versione ancora più produttiva grazie al nuovo motore Deutz Turbo Diesel da tre litri. Migliorato anche il raggio di sterzata

Con un'altezza di sollevamento di 6 metri ed una portata di 2,5 tonnellate, il sollevatore telescopico fisso GTH 2506 a marchio Genie è uno dei modelli di punta del Gruppo Terex, ed è oggi proposto in una versione ancora più performante, presentata lo scorso aprile in occasione del Bauma di Monaco. Il principale “ritocco” apportato dai tecnici della Genie ha interessato il sistema di propulsione, con l'introduzione di un vigoroso quattro cilindri Deutz Turbo Diesel da tre litri, conforme alla normativa Stage IIIB, che eroga  55 kW (74 Hp). Dal punto di vista delle prestazioni, rispetto al precedente allestimento, il “nuovo” GTH-2506 vede aumentare la propria potenza del 10%, a tutto vantaggio della velocità di lavoro – le operazioni risultano più fluide e scattanti – e della produttività. Pochi invece i cambiamenti sulla trasmissione, che ha visto la conferma di quella idrostatica, uno dei grandi plus del “piccolo” di casa Genie, studiata per integrarsi alla perfezione con gli ingombri di una macchina compatta (altezza inferiore ai 2 metri, larghezza di 1,9 metri e 3,84 metri tra il retro del sollevatore e la piastra portaforche). Piuttosto, l'attenzione dei progettisti del gruppo statunitense è stata rivolta sia a migliorare il raggio di sterzata – ridotto ad appena 3,25 metri – sia ad aumentare la velocità di marcia che raggiunge i 26 km/h. E che può arrivare fino a 28 km/h, grazie ai parafanghi d'acciaio in grado di alloggiare pneumatici da 18 pollici (la luce libera da terra guadagna due centimetri, passando da 33 a 35 centimetri), opzionali rispetto a quelli di serie da 16 pollici. Da menzionare, tra gli altri interventi di restyling, la rivisitazione della cabina (è certificata ROPS/FOPS) con nuovi tessuti e materiali, tesa a migliorare il comfort dell'utilizzatore (la griglia FOPS è stata riprogettata) senza pregiudicare la visuale a 360° e il riposizionamento del distributore idraulico collocato in un punto più accessibile per agevolare la manutenzione. 

Con i sollevatori GTH 4014 e GTH 5021 si “punta in alto”

L'esordio del GTH 2506 è avvenuto nel terzo trimestre del 2013, a breve distanza dal lancio del sollevatore GTH 4014, presentato sul mercato con soluzioni costruttive molto simili a quelle inaugurate con il restyling del compatto. Rispetto al compatto, il GTH 4014 si differenzia sia come prestazioni – l'altezza di sollevamento è di 14 metri con una portata di ben 4 tonnellate – sia come motorizzazione, essendo alimentato da un vigoroso Perkins da 75 kW (conforme alla normativa Stage IIIB) che, attraverso la trasmissione idrostatica sulle quattro ruote, permette di raggiungere una velocità di marcia di 30 km/ora. Il sollevatore GTH 4014 è dunque una macchina robusta, progettata per impieghi gravosi senza tuttavia sacrificare l'agilità di manovra (il raggio esterno di sterzata è di soli 3,8 metri) specie nei cantieri più congestionati. E proprio sulle prestazioni punta il terzo esordiente della scuderia americana, il sollevatore telescopico girevole GTH-5021-R entrato in produzione da poco. Infatti, grazie ai suoi stabilizzatori estesi, il girevole Genie arriva ad un'altezza di 21 metri (per una portata di 5 tonnellate) ed è in grado di sollevare carichi da 750 kg in corrispondenza di uno sbraccio massimo di 18,9 metri. Anche il GTH-5021-R, come il GTH 4014, è equipaggiato con un Perkins, ma si tratta in questo caso di una versione più robusta dello stesso propulsore (854E-E34TA turbo diesel stage IIIB), che sviluppa 111 cavalli/83 Kw, in linea con i requisiti di potenza e solidità richiesti per un sollevatore di questo livello.

di Giovanni M. Losavio

Potrebbe interessarti anche

Mercati
Luglio - Agosto - Settembre 2015

Meccanica Agricola in Cina: il peso del made in Italy

Attualità
Luglio - Agosto - Settembre 2015

Macfrut 2015, nuova edizione nel segno della meccanica

News
Luglio - Agosto - Settembre 2015

Le alte prestazioni dei Kohler "Power Unit"

Primo Piano
maggio - giugno 2015

Maharashtra, il successo di EIMA Show

AGQUIP FIELD DAYS 20 - 22 agosto 2019 Gunnedah, Nsw (Australia)
agquip@fairfaxmedia.com.au / freprojects@fairfaxmedia.com.au
AGROKOMPLEX 22 - 25 agosto 2019 - Nitra (Repubblica Slovacca)
agrokomplex@agrokomplex.sk
AGRA 24 - 29 agosto 2019 Gornja Radgona (Slovenia)
miran.mate@pomurski-sejem.si
FACIM 25 agosto - 1 settembre 2019 Maputo (Mozambico)
info@facim.org.mz
AGRITECH INDIA 30 ago. - 1 set. 2019 Bangalore, India
agritechindia@gmail.com
AGRI TECH INDIA 30 ago. - 1 set. 2019 BIEC, Bangalore (India)
agritechindia@gmail.com