L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Speciale

Sollevatori, la strategia "elettrica" di Merlo

di Giovanni M. Losavio
novembre 2021 | Back

Nello stand della Merlo ad EIMA International il grande protagonista è stato il modello eWorker, primo telescopico full-electric firmato dalla casa di San Defendente (Cuneo) nonché apripista di una nuova generazione di macchine, 100% elettriche, che nei prossimi anni diventeranno punta di diamante della gamma proposta dal costruttore piemontese. Il progetto, denominato “generazione 0”, prevede la realizzazione di una famiglia di prodotti sempre più green e innovativi, studiati per eliminare del tutto emissioni inquinanti, rumorosità, consumo di combustibili fossili. In questa prospettiva la strategia seguita dai tecnici Merlo non è stata quella di adattare all’elettrico i modelli con alimentazione termica, ma di ripensarli e ridisegnarli completamente, partendo – come spiega lo stesso costruttore – da un “foglio bianco”. Capostipite della “generazione 0”, l’eWorker, nasce appunto da questa impostazione e si presenta come una macchina innovativa che unisce le caratteristiche e i punti di forza di due tipologie di mezzi assai diversi tra loro, i sollevatori telescopici e i carrelli elevatori. Dal braccio al telaio, dagli assali al sistema idraulico – si legge in una nota tecnica della ditta di San Defendente – tutti i componenti dell’eWorker sono stati riprogettati in modo mirato per massimizzare l’autonomia e le prestazioni, e per ridurre al minimo i costi orari di esercizio. Di nuova concezione è il sistema di alimentazione. I modelli a due ruote motrici sono infatti equipaggiati con due motori elettrici anteriori (uno per ruota), quelli a quattro ruote motrici presentano invece un terzo motore elettrico collocato nella parte posteriore della macchina, in posizione verticale, flangiato sull’assale posteriore. Questa soluzione – si legge sempre nella nota del costruttore – si è dimostrata molto vantaggiosa poiché ha permesso non soltanto di alloggiare la batteria nella parte centrale del veicolo, abbassandone così il baricentro e migliorandone la stabilità, ma di ampliare l’angolo di sterzata posteriore (maggiore manovrabilità) e di migliorare la gestione elettronica della trazione (lo slittamento delle ruote è stato del tutto eliminato). Un ulteriore motore elettrico, il quarto, collegato a una pompa idraulica Load Sensing, gestisce tutti i movimenti del braccio telescopico, mentre una centralina elettronica dedicata regola i giri del motore elettrico e la portata d’olio del distributore idraulico. Per limitare al massimo i consumi della batteria – precisa Merlo – la discesa del braccio telescopico avviene per gravità attraverso una valvola controllata dalla stessa centralina. I sollevatori 2WD sono stati sviluppati per aumentare l’autonomia della macchina, con un ingombro massimo in fase di sterzo di soli 2850 mm, grazie a un angolo di sterzo che raggiunge gli 85°. I modelli 4WD sono stati sviluppati per assicurare le massime prestazioni in termini di trasmissione e per offrire una tenuta ottimale su ogni superficie, anche in off-road. Nella configurazione a due o a quattro ruote motrici, l’eWorker si fa comunque apprezzare per la sua versatilità e per la vasta gamma di attrezzature cui è abbinabile: forche, pale, ganci, verricelli, benne miscelatrici e spazzatrici, piattaforme di lavoro aereo (con semovenza in quota). Il telescopico elettrico di casa Merlo, omologabili per la circolazione stradale come macchina operatrice o trattrice, può essere personalizzato con cabina aperta o chiusa, e con diversi optional tra cui il sistema di riscaldamento oppure la sospensione sul braccio.

Video

E' disponibile un video.
Per poterlo visualizzare, è necessario accettare i cookies di marketing di Youtube.

Gallery

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

23 - 28 luglio 2024 Luanda (Angola) FILDA
24 - 26 luglio 2024 Tokyo Big Sight East Hall (Giappone) TECHNO-FRONTIER
26 - 29 luglio 2024 Libramont (Belgio) LIBRAMONT
30 lug. - 1 ago. 2024 Jakarta (Indonesia) INAGRITECH