L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Anteprima

EIMA International, la 46ª edizione presentata in streaming da Bologna

La grande kermesse della meccanica agricola punta a confermare il successo del 2022. Tra le novità previste dagli organizzatori di FederUnacoma, l’area REAL specificamente dedicata alle tecnologie robotiche e un contest riservato alla comunicazione social. Già ricco il programma di convegni ed eventi tematici

a cura della Redazione
gennaio 2024 | Back

La marcia di avvicinamento alla 46ª edizione di EIMA International, la rassegna mondiale delle macchine, delle attrezzature e componentistica per l’agricoltura e la cura del verde, che si tiene alla Fiera di Bologna dal 6 al 10 novembre prossimo, è partita simbolicamente lo scorso 18 gennaio con una conferenza stampa internazionale in streaming, trasmessa proprio dai locali del quartiere fieristico bolognese. La conferenza, prima presentazione ufficiale di EIMA 2024, ha visto la partecipazione di Mariateresa Maschio e di Simona Rapastella, rispettivamente presidente e direttore generale di FederUnacoma, l’associazione dei costruttori di macchine agricole che è organizzatrice diretta della kermesse. «Eima International è un evento di enorme rilievo dal punto di vista promozionale e commerciale – ha detto aprendo la conferenza Mariateresa Maschio – è l’esposizione che le case costruttrici di tutto il mondo scelgono per presentare la propria gamma e tutte le novità di prodotto». «Ogni Paese si confronta con la necessità di soddisfare una domanda di prodotti alimentari in crescita, e nello stesso tempo con l’urgenza di ridurre l’uso di fertilizzanti e antiparassitari, di diminuire drasticamente il consumo di acqua, di preservare la biodiversità, di migliorare la qualità della vita delle comunità rurali, e tutto questo è possibile solo mediante una meccanizzazione agricola moderna». Con i suoi oltre 50.000 modelli esposti e con un’ampiezza di gamma che non ha eguali nel panorama internazionale delle fiere di settore, la rassegna bolognese è da sempre in grado di soddisfare le specifiche esigenze dei differenti modelli di agricoltura. Ma EIMA International è qualcosa di più di una formidabile macchina per il marketing, è il luogo in cui si comprende come la meccanizzazione agricola sia un settore d’importanza vitale per l’agricoltura e per l’ambiente, un comparto d’eccellenza nella meccanica e nell’elettronica applicata, un elemento strategico per i destini del nostro Pianeta. La 46ª edizione della rassegna – ha spiegato in conferenza stampa Simona Rapastella – si presenta già ora con la caratura del grande evento, grazie alla sua capacità di innovare l’offerta espositiva, consolidando al contempo i suoi tradizionali punti di forza, a partire dalla rigorosa ripartizione dell’esposizione in 14 settori merceologici. Cinque di questi – ha sottolineato il direttore generale di FederUnacoma – sono organizzati in forma di saloni tematici, dedicati rispettivamente alla componentistica (EIMA Componenti), al giardinaggio (EIMA Green), alle bioenergie (EIMA Energy), all’irrigazione (EIMA Idrotech) e alle tecnologie robotiche e digitali (EIMA Digital). «Ma lo spettacolo dell’EIMA andrà in scena anche con la Mostra delle Novità Tecniche premiate, e con le aree dinamiche collocate all’aperto, sempre nel perimetro del quartiere fieristico. Una delle novità assolute di EIMA 2024 – ha detto Rapasttela – è l’area REAL (Robotics and electronics for agricolture live) che vedrà le più avanzate tecnologie robotizzate con un calendario di prove giornaliere». Sono invece confermate l’arena per la sfilata dei trattori finalisti del Tractor of the Year, l’area dimostrativa delle filiere bioenergetiche realizzata in collaborazione con ITABIA, e quella di Garden E-Motion, dedicata alle macchine per il giardinaggio e la cura del verde, che aveva fatto il suo esordio due anni fa. «Per lanciare EIMA 2024 abbiamo già previsto conferenze stampa in Gran Bretagna, Qatar, Turchia, Grecia, Marocco, Brasile, Serbia, Algeria, India, Canada, USA, Tanzania, Uganda, Kenya, Argentina, Giappone e altri Paesi – ha aggiunto Rapastella – a conferma del respiro internazionale che caratterizza questa rassegna, che nella scorsa edizione ha contato 480  case costruttrici estere e 57 mila visitatori stranieri provenienti da 150 Paesi, e che vanta un’intera struttura del quartiere fieristico dedicata agli operatori economici esteri, selezionati dall’Agenzia ICE per svolgere i moltissimi incontri business-to-business in programma dei giorni della rassegna». A buon punto è anche il programma dei convegni, dei workshop e delle conferenze che si svolgeranno nei cinque giorni dell’esposizione, e che sono promossi da istituzioni, organizzazioni di categoria e case editrici. Tra gli eventi organizzati direttamente da FederUnacoma si segnalano quelli che avranno risonanza internazionale: il Forum su “Agricoltura sostenibile, un progetto globale”, nel quale sarà possibile avere un report sulle esperienze europee in tema di transizione ecologica e sui programmi di sviluppo eco-compatibile nelle principali regioni del mondo; il convegno sul tema “Aree marginali e territori estremi: l’agricoltura di frontiera”, il seminario su “Gestione di sistemi digitali, big data e flotte robotizzate: nuovi profili professionali e nuovi percorsi formativi”. Altri eventi di rilievo, tra quelli “firmati” dalla Federazione, sono il workshop sul tema “La risorsa bio-energetica: mercato e prospettive delle biomasse e delle fonti rinnovabili nel settore dei combustibili”, il convegno intitolato “Economie emergenti: modelli di sviluppo agricolo per il continente africano”, e infine l’incontro dal titolo “Consumi alimentari: la domanda di prodotti freschi, le filiere meccanizzate”, volto ad interpretare le nuove diete e i nuovi stili di consumo, con particolare riferimento ai prodotti ortofrutticoli. Tra le novità di questa edizione anche il contest EIMA Social Award riservato alla promozione social dell'evento da parte degli espositori. «Abbiamo più volte ribadito quanto EIMA International sia il prodotto di un sistema corale, efficiente, appassionato, una realtà fieristica forte di una solida tradizione – ha concluso il direttore generale di FederUnacoma – ma anche capace di una potente spinta verso il nuovo, un’esposizione preziosa per le attività di business, ma entusiasmante anche dal punto di vista culturale e umano».

Gallery

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

20 - 23 giugno 2024 Edimburgo (UK) ROYAL HIGHLAND SHOW
25 - 27 giugno 2024 The NEC, Birmingham (UK) GLEE
28 giu. - 13 lug. 2024 Mwalimu Nyerere International Fair Ground, Dar es Salaam (Tanzania) SABA SABA