L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Primo Piano

Italia: trattrici ai minimi nel bilancio 2016

I dati sulle immatricolazioni di trattrici, mietitrebbiatrici e rimorchi indicano a fine anno un lieve calo rispetto al 2015, confermando la lunga fase negativa del mercato nazionale. Solo le trattrici con pianale di carico (motoagricole) e i sollevatori telescopici agricoli registrano incrementi di vendite. In controtendenza rispetto al dato medio nazionale risultano le vendite di trattrici nelle principali regioni del Nord

a cura della Redazione
gennaio - febbraio 2017 | Back

Il mercato italiano delle macchine agricole chiude il 2016 con un livello di vendite sostanzialmente pari a quello dell’anno precedente. I dati elaborati da FederUnacoma, sulla base delle immatricolazioni registrate presso il Ministero dei Trasporti, indicano una lieve flessione per le trattrici (-0,5% in ragione di 18.341 macchine vendute rispetto alle 18.428 del 2015), e una flessione dello 0,6% sia per le mietitrebbiatrici (343 unità contro le 345 del 2015) sia per i rimorchi (9.247 unità contro le 9.301 dell’anno precedente); indicano invece una crescita del 13,2% per le trattrici con pianale di carico (motoagricole), in ragione di 774 macchine immatricolate contro le 684 del 2015, e una crescita vistosa (+47,8%) per i sollevatori telescopici agricoli. Il mercato nazionale resta comunque ai minimi storici, e solo il sensibile incremento delle immatricolazioni di trattrici verificatosi nel mese di dicembre (+19%) – dovuto in parte allo sblocco dei finanziamenti PSR in alcune importanti regioni, in parte alle politiche di marketing messe in atto dalle case costruttrici e dalle reti di vendita per incentivare gli acquisti prima della chiusura dell’anno – ha impedito un passivo più pesante. Al di là del dato medio nazionale, l’andamento delle immatricolazioni nelle singole Regioni si presenta notevolmente differenziato, con i principali mercati in controtendenza: le immatricolazioni di trattrici segnano infatti una crescita del 5,3% in Lombardia, del 9,7% in Piemonte, del 2% in Veneto e addirittura del 27,4% in Emilia Romagna; mentre un vistoso passivo registrano le immatricolazioni in Campania (-19,1%) e in Puglia (-14,2%).

«I Piani di Sviluppo Rurale PSR restano il principale strumento per incentivare l’acquisto di macchine agricole – commenta il presidente di FederUnacoma Massimo Goldoni – e speriamo possano andare a regime nel corso dell’anno e incidere in modo positivo nel bilancio conclusivo». «Nei primi mesi dell’anno non avremo invece la spinta che ci si aspettava dall’entrata in vigore degli incentivi Inail – aggiunge Goldoni – perché i termini per la presentazione delle domande sono stati prorogati di tre mesi, dal 20 gennaio al 28 aprile. Questo comporterà un probabile blocco degli acquisti in questa prima parte dell’anno».

 

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

23 - 28 luglio 2024 Luanda (Angola) FILDA
24 - 26 luglio 2024 Tokyo Big Sight East Hall (Giappone) TECHNO-FRONTIER
26 - 29 luglio 2024 Libramont (Belgio) LIBRAMONT
30 lug. - 1 ago. 2024 Jakarta (Indonesia) INAGRITECH