L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Focus

Massey Ferguson ritorna nel segmento mietitrebbie

di Giovanni M. Losavio
maggio - giugno 2022 | Back

Il 2022 segna non soltanto il 175° anniversario di Massey Ferguson, ma anche il ritorno del costruttore statunitense nel segmento delle mietitrebbie a scuoti paglia. Il rilancio del marchio americano in questo comparto è affidato anzitutto alla serie Activa, affidabile e ad alto rendimento, destinata a lavorazioni su superfici di piccole e medie dimensioni, e alla linea Activa S che unisce comfort e produttività. Ampia visuale sull’area di lavoro, prestazioni elevate e comandi intuitivi caratterizzano la gamma Beta, equipaggiata con tecnologia Paralevel a trazione semplice o doppia.

Questo sistema, che consente di livellare la macchina fino al 20%, è proprio quello utilizzato dal modello autolivellante MF BETA AL4, indicato per lavorazioni su terreni in pendenza (la macchina si regola su pendenze in senso trasversale fino al 38%, in senso longitudinale fino al 35% in salita e all’8% in discesa). La mietitrebbia MF BETA AL4, è uno dei fiori all’occhiello della nuova gamma del costruttore nordamericano. Si tratta di una macchina motorizzata con un propulsore Agco Power Common Rail elettronico da 306 Cavalli, già sfruttato a bordo delle trattrici MF 8S; il rispetto della normativa Stage 5 è assicurato dal sistema SCR di ultima generazione con prestazioni di raccolta costanti ed affidabili in tutte le condizioni grazie ad una curva di coppia lunga e piatta, specificamente concepita per un'erogazione costante di potenza sotto carico. La trasmissione è interamente idrostatica: quattro ruote motrici che permettono di affrontare anche le condizioni più impervie.

Con larghezze di taglio da 5,4 a 7,0 metri, la piattaforma FreeFlow è composta da un telaio saldato con pannelli imbullonati, mentre la piattaforma PowerFlow offre elevate capacità in tutte le condizioni di lavoro. Il separatore multiraccolto MCS, con diametro di 600 millimetri, si caratterizza per un’ampia area di separazione che rimuove la maggior quantità di granella prima dell’azionamento degli scuotipaglia. Spaziature differenziate – la sezione posteriore che ha la metà di sezioni rispetto a quella anteriore – contraddistinguono il controbattitore che, pertanto, è in grado di combinare capacità di trebbiatura e flusso di granella. MF BETA AL4 è equipaggiata con 5 lunghi scuotipaglia a “pareti attive”: le sezioni verticali dei gradini sono realizzate con griglie permeabili e misurano 210 cm, tra le più ampie presenti sul mercato. Rendimenti elevati caratterizzano anche il serbatoio (la capacità è di 8.600 litri), che si fa apprezzare per una velocità di scarico del prodotto pari a ben 105 litri al secondo (per svuotare completamente la macchina occorre poco più di un minuto).

Insomma, l’obiettivo dichiarato del modello MF BETA AL4 Massey Ferguson è quello di soddisfare le esigenze di tutte quelle aziende, anche italiane, che si trovano ad operare in condizioni spesso difficili su terreni non pianeggianti.

Video

E' disponibile un video.
Per poterlo visualizzare, è necessario accettare i cookies di marketing di Youtube.
E' disponibile un video.
Per poterlo visualizzare, è necessario accettare i cookies di marketing di Youtube.

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

23 - 28 luglio 2024 Luanda (Angola) FILDA
24 - 26 luglio 2024 Tokyo Big Sight East Hall (Giappone) TECHNO-FRONTIER
26 - 29 luglio 2024 Libramont (Belgio) LIBRAMONT
30 lug. - 1 ago. 2024 Jakarta (Indonesia) INAGRITECH