Mondo Macchina: l'informazione dedicata alla meccanizzazione per
l'agricoltura, il giardinaggio e il movimento terra.
Versione ItalianaEnglish Version

Anno 2014 Numero 7-9

Mercato
Luglio - Settembre 2014

Export italiano in crescita, ancora in crisi il mercato interno

Produzione italiana in aumento nel 2013 per effetto del buon andamento delle esportazioni. Sul mercato nazionale, i dati dei primi otto mesi evidenziano cali di vendite per trattrici, motoagricole, mietitrebbie e rimorchi. In controtendenza le Regioni Campania, Emilia Romagna e Sicilia, che segnano incrementi nelle vendite di trattrici, mentre Lazio, Lombardia e Toscana registrano un passivo superiore rispetto alla media nazionale. La buona tenuta delle esportazioni compensa la crisi del mercato interno e fa prevedere per fine anno ulteriori incrementi della produzione complessiva

Cresce in Italia la produzione di macchine agricole, che nel 2013 supera la quota di 7,7 miliardi di euro, avvicinandosi ai livelli (8,2 miliardi) raggiunti nel 2008, prima della crisi economica internazionale. In termini percentuali, la produzione di trattrici, macchine operatrici e attrezzature, nonché componentistica e ricambi per il settore, registrano un incremento di 3,3 punti rispetto al 2012, mentre in calo risulta la produzione di macchine per il movimento terra, che con un fatturato di 2,4 miliardi segna un passivo del 5,5% rispetto all’anno precedente. In termini complessivi, il comparto della meccanizzazione per l’agricoltura e il movimento terra sfiora quota 10,2 miliardi di euro, con un incremento dell’1% sul totale 2012. La crescita del fatturato – secondo i dati diffusi nel giugno scorso dalla federazione dei costruttori FederUnacoma, nel corso dell’assemblea annuale tenutasi a Varignana (BO) – è da attribuire al buon andamento delle esportazioni, che segnano nel 2013 un incremento complessivo in valore del 5,8%, a conferma di un trend che negli ultimi quattro anni ha visto una progressione costante: +9,4% nel 2010, +12 nel 2011, +7,2% nel 2012). Anche nel primo semestre dell’anno in corso le esportazioni risultano in crescita, con un incremento complessivo in valore del 3,7%. Una voce passiva resta invece quella relativa al mercato nazionale, che non dà segni di ripresa e che – dopo un calo complessivo per le trattrici pari al 30% negli ultimi sei anni – chiude il 2013 con un ulteriore calo dell’1,7% per le trattrici (corrispondente a 19.017 macchine, il livello più basso in tutta la storia della meccanizzazione dal dopoguerra ad oggi), un calo del 16,7% per le trattrici con pianale di carico (motoagricole), e del 5,7% per i rimorchi. Anche nell’anno in corso il mercato italiano delle macchine agricole continua la sua fase negativa, e nei primi otto mesi registra cali per tutte le tipologie di macchine. Le trattrici, che nel consuntivo 2013 avevano chiuso con una flessione dell'1,7%, segnano ad agosto 2014 un calo del 3%, in ragione di 12.915 macchine immatricolate contro le 13.320 dello stesso periodo 2013. Le trattrici con pianale di carico (motoagricole), che a fine 2013 segnavano un calo del 16,7%, registrano ad agosto un ulteriore calo del 6,6%; le mietitrebbiatrici (+13,9% nel 2013) segnano un pesante passivo (-25,8%) ed anche i rimorchi (-5,7% a fine 2013) restano in territorio negativo (-1,9%). I dati – elaborati da FederUnacoma sulla base delle registrazioni fornite dal Ministero dei Trasporti – fanno dunque prevedere un consuntivo 2014 ancora in negativo, a causa della difficoltà delle aziende agricole ad effettuare investimenti per l’acquisto di macchine ed attrezzature nuove. I riscontri sulle vendite a livello regionale evidenziano, in taluni casi, andamenti differenti rispetto alla media nazionale: per quanto riguarda le trattrici, in Emilia Romagna si registra negli otto mesi una crescita del 3,9% in ragione di 1.428 macchine immatricolate; in crescita del 6,3 risulta la Campania (622 macchine), mentre la Sicilia segna un incremento del 3,4% (797 macchine). Cali più accentuati rispetto alla media nazionale si registrano invece nel Lazio, che chiude ad agosto con un passivo del 15% a fronte di appena 682 trattrici vendute, in Lombardia con -3,8% (1.385 trattrici), e in Toscana, che segna un passivo del 14,3% (799 trattrici).

di a cura della Redazione

Potrebbe interessarti anche

Attualità
luglio - agosto - settembre 2020

Mercato trattrici: prevista una ripresa nel secondo semestre

Giardinaggio
luglio - agosto - settembre 2020

Macchine per il verde forte rimbalzo nel secondo trimestre

Primo Piano
aprile - maggio 2020

Trattrici, la pandemia frena il mercato

AGROKOMPLEX 23 - 25 ottobre 2020 - Nitra (Repubblica Slovacca)
agrokomplex@agrokomplex.sk
MIMS AUTOMECHANIKA MOSCOW 26 - 28 ottobre 2020 Mosca (Russia)
info@itemf.ru
INTERAGRO 28 - 30 ottobre 2020 Kiev (Ucraina)
info@kmkya.kiev.ua / agro@kmkya.kiev.ua
AGROACTIVA 28 - 31 ottobre 2020 Autopista Rosario
agroactiva@agroactiva.com
KIEMSTA 28 - 31 ottobre 2020 Cheonan (Corea)
ANNULLATA per COVID 19 - Prossima edizione 2022
k21407942@kamico.or.kr
INDAGRA 28 ott. - 1 nov. 2020 Bucarest
romexpo@romexpo.ro
CIAME fine ott. 2020 Qingdao (Cina)
alexandresun@126.com