L'informazione sulla meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, componentistica e multifunzionalità.
Distretti

OMA, passione e cura per i dettagli

La casa di Bertinoro ha iniziato la propria attività con la costruzione di attrezzature agricole portate, ma a partire dal 1984 si è orientata verso la fabbricazione di applicazioni compatibili sia con le macchine movimento terra che con le trattrici

di Fabrizio Sereni
dicembre 2013 | Back

Specializzata nella progettazione e produzione di applicazioni per il movimento terra, la Oma di Bertinoro (Forlì-Cesena) ha all'attivo numerosi modelli di successo, tra i quali spiccano i caricatori frontali, i retroescavatori, le lame apripista e quelle sgombraneve, nonché le attrezzature spargisale. Nel catalogo dell'azienda non mancano poi i telai di protezione per i cingolati e perfino un'ampia gamma di accessori industriali (quali: miscelatrici, spazzolatrici, forche pallett, lame angledozer, introdotti a partire dal 2000). Tuttavia, per l'impresa forlivese questo segmento di mercato può essere considerato quasi come una new entry poiché, all'inizio della propria attività – nei primi anni '60 – l'azienda fabbricava prevalentemente attrezzature agricole portate. La decisione di ripensare l'assetto produttivo venne presa nel 1984 quando la ditta fu rilevata dagli attuali proprietari, i quali puntarono dunque su un comparto "di frontiera", a metà strada cioè tra settore primario e industria delle costruzioni, senza mai abbandonare l'originaria impostazione agricola. E' proprio per questo che le applicazioni firmate OMA sono universali, vale a dire compatibili tanto con le macchine movimento terra quanto con le trattrici. «Nel corso degli anni abbiamo ampliato la gamma diversificando i modelli con l'obiettivo di essere sempre più vicini ai clienti e quindi competitivi – spiega Angelo Branchetti, titolare della OMA – ed oggi, siamo in grado di coprire una fascia di potenza decisamente ampia, compresa tra i 20 ed i 200 hp». Ma soprattutto l'impresa di Bertinoro non ha mai tradito le proprie origini: nonostante un giro d'affari, che con il tempo è cresciuto in misura considerevole grazie alla vocazione internazionale della nuova dirigenza (il 50% del fatturato è generato dall'estero, specie dall'area Euro, dall'India e del Sudamerica), l'azienda continua a considerarsi come una "officina artigiana" con tutti i plus associati a questo tipo di attività. «Abbiamo scelto di puntare su una struttura interna molto snella, composta da un team di venti persone, per non appesantire i processi di fabbrica e mantenere quella flessibilità che per noi si è dimostrata essere una carta vincente – prosegue Branchetti – e nella nostra strategia d'impresa un ruolo altrettanto importante lo svolgono i fornitori, la maggior parte dei quali si trova in un raggio di 40 km dalla nostra sede, e con i quali abbiamo uno stretto rapporto basato sulla stima reciproca e sulla fiducia. Insomma, possiamo dire con orgoglio che le nostre macchine sono made in Italy al 100%». Passione, qualità (la OMA ha ottenuto la certificazione ISO 9001:2008), cura meticolosa dei dettagli e attenzione per i clienti sono le caratteristiche che qualificano, anche al di fuori dei confini nazionali, le applicazioni realizzate dalla ditta forlivese. Tra queste meritano una menzione particolare i caricatori frontali Tekno e Master – veri fiori all'occhiello della scuderia romagnola – equipaggiati con un sistema di ganci automatici studiato per sveltire e agevolare sia le operazioni di sostituzione degli attrezzi terminali sia quelle di rimozione del braccio caricatore. Questo senza dimenticare un altro best seller della OMA, la lama sgombraneve S2, dotata di una struttura ad elevata resistenza e di un dispositivo antiurto che le permettono di affrontare con facilità perfino le lavorazioni più impegnative.

Gallery

I PIÙ LETTI degli ultimi numeri

GLI APPUNTAMENTI della meccanizzazione

18 - 21 agosto 2022 - Nitra (Repubblica Slovacca) AGROKOMPLEX
20 - 25 agosto 2022 Gornja Radgona (Slovenia) AGRA
24 - 26 agosto 2022 Jakarta (Indonesia) INAGRITECH
26 - 28 agosto 2022 BIEC, Bangalore (India) AGRI TECH INDIA
29 ago. - 3 set. 2022 The Business Hub Harare (Zimbabwe) ZIMBABWE AGRICULTURAL SHOW
29 ago. - 4 set. 2022 Maputo (Mozambico) FACIM